Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Adotta Un Monumento Linea Abete Sui Beni Culturali Magari Pompei


1 dicembre 2010 ore 18:01   di 1econ  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 440 persone  -  Visualizzazioni: 728

La linea proposta da Luigi Abete (ex presidente di Confindustria9 che, nella sua veste di presidente di Civita (associazione no profit con l'obiettivo di individuare punti di contatto tra pubblico e privato per valorizzare il patrimonio culturale italia).
Guardando al futuro, ma anche cercando di evitare gli scempi del passato, secondo Abete lo Stato non deve essere titolare di un’impresa italiana del settore del turismo e dei beni culturali. Il nostro paese ricchissimo di tesori, opere e siti di inestimabile valore, potrebbe trovare nella integrazione tra pubblico e privato l’assetto migliore per gestire questo inimmaginabile tesoro.

Patrimonio immenso che offre opportunità di sviluppo, anche economico, se venisse gestito al meglio, ed eventualmente integrato in una rete di promozione globale. Tutto questo lo Stato non riesce a farlo, anche perché le risorse sono poche e le location coprono praticamente tutto il territorio Italiano.
Abete auspica che ''un bene culturale sia affidato in concessione complessiva alle imprese'', il che di per se è una strada. Sinceramente non sempre il privato si è dimostrato migliore del pubblico nella gestione dei patrimoni, nella conservazione e nella promozione.


Probabilmente prima di fare una scelta che potrebbe rivelarsi un salto nel buio, con annessi e connessi rischi di vedere assegnati ai soliti noti la gestione del “buono”, e mantenere nel pubblico solo il problematico, sarebbe opportuna una chiara e precisa regolamentazione del “nuovo mercato”.

Adotta Un Monumento Linea Abete Sui Beni Culturali Magari Pompei

Il privato potrebbe essere un soggetto economico, che in affiancamento con il pubblico ed in eventuale partnership (non a fine di lucro), potrebbe gestire alcune aree pilota, al fine di sperimentare e sviluppare un sistema, che qualora risultasse di successo e valido, potrebbe essere esportato su tutti i beni Culturali, Un luogo di prova potrebbe essere ad esempio Pompei, che viste le ultime notizie e i continui crolli, nonostante l’assunzione di oltre 200 dipendenti, sembra essere uno dei più importanti e problematici. Secondo la filosofia, che mal che vada… andrà sempre meglio di adesso…

Articolo scritto da 1econ - Vota questo autore su Facebook:
1econ, autore dell'articolo Adotta Un Monumento Linea Abete Sui Beni Culturali Magari Pompei
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione