Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Agenzie Di Rating E Declassamento Dell' Italia, Qualche Considerazione


16 febbraio 2012 ore 18:11   di bst  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 539 persone  -  Visualizzazioni: 923

È di qualche giorno fa la notizia del declassamento dell’Italia da parte dell’agenzia Moody’s. In realtà tale valutazione segue di poco i declassamenti effettuati dalle altre agenzie di rating, quindi niente di realmente nuovo.
Ma cosa sono le agenzie di rating, e cosa comporta il loro giudizio?

Il rating è un giudizio sulle capacità di un emittente (una azienda oppure uno Stato) di rimborsare integralmente i debiti contratti, quindi è una misurazione del rischio di inadempimento durante il corso della vita del titolo emesso. Quindi, quando si dice che il rating dell’Italia è stato abbassato ci si riferisce ai titoli di Stato emessi e si indica il grado di rischio del titolo. Più alto è il rischio di inadempimento (pagamento del titolo alla scadenza), maggiore sarà il “prezzo” del titolo, in quanto il soggetto che investe su quel titolo vuole un premio per la maggiore rischiosità, per cui a rating minore corrisponde un maggiore onere finanziario da parte dell’emittente.
Le principali agenzie di rating internazionale sono le americane Standard & Poor’s e Moody’s, che detengono circa l’80% del mercato del rating, alle quali si deve aggiungere Fitch Ratings, anch’essa americana ma con capitale francese. Ci sono anche altre agenzie, come la Dagong cinese, ma le prima tre sono quelle che generalmente vengono citate, e quindi influenzano i mercati.


Le agenzie di rating distinguono due tipi di titoli: quelli a rischio basso e con elevata sicurezza di adempimento (investment grade), e i titoli a rischio più elevato (speculativi). La scala di rischiosità è espressa in modo diverso a seconda delle agenzie, che però usano tutte delle lettere (da AAA a scendere).

L’importanza delle agenzie è aumentata col tempo a causa del crescente ricorso a capitali internazionali di tutti i governi centrali. Ogni paese ha necessità di investimenti dall’estero, e le agenzie di rating intervengono sollevando i vari soggetti dal costo di effettuare la valutazione dei titoli emessi, così semplificando gli adempimenti per poter accedere al credito internazionale.
La continua decentralizzazione del potere verso gli enti locali comporta le medesima esigenza da parte di questi ultimi, i quali spesso non sono nemmeno in grado di effettuare le valutazioni dei titoli da loro emessi.
Una valutazione dei titoli standardizzata, con la medesima scala applicata in tutto il mondo, rende quindi più semplice agli investitori paragonare la rischiosità dei titoli e quindi scegliere dove investire.
In sostanza le agenzie di rating con le loro valutazioni rendono più semplice l’incontro tra emittenti e investitori.

Agenzie Di Rating E Declassamento Dell' Italia, Qualche Considerazione

La valutazione delle agenzie si ha tenendo conto non solo degli aspetti finanziari, ma anche di quelli politici, infatti viene misurata anche la struttura di governo e le istituzioni, al fine di valutare la capacità dell’esecutivo di formulare un programma economico e poi attuarlo. È importante, ai fini del rating, che il governo sia in grado di imporre anche misure economiche impopolari a livello sociale.

I dubbi sull’operato delle agenzie sorgono nel momento in cui si considera che generalmente sono gli stessi emittenti che pagano i costi delle valutazioni, per cui si realizza un evidente conflitto di interessi. È ovvio che l’emittente sarà poco propenso a pagare un giudizio negativo.
Tali dubbi furono alimentati ai tempi del crack della banca americana Lehman Brothers, la quale aveva la tripla A, indicante la massima affidabilità, fino al giorno del fallimento. Anche nelle vicende della Grecia sono sorti dei dubbi, visto che nel dicembre del 2009 la Grecia era ancora ritenuta più che affidabile.

Il punto da tenere in considerazione è che le agenzie sono, col tempo, divenute quasi necessarie. Infatti numerosi enti od investitori pubblici possono per legge detenere solo titoli con un grado di rischiosità molto basso (ad esempio tripla A), per cui l’interesse ad ottenere tale grado è diventato col tempo sempre più elevato. Solo con rating più che positivi gli enti emittenti potevano avere accesso ai grandi investitori, e ciò ha provocato evidenti pressione al fine di ottenere giudizi positivi. Inoltre, demandare una valutazione alle agenzie fa si ché l’emittente scarichi la responsabilità dell’acquisto del titolo, poi rivelatosi spazzatura, direttamente sull’agenzia, così sollevandosi da eventuali azioni giudiziarie. È chiaro che una azione nei confronti di una grande azienda americana, come è l’agenzia di rating, risulta sicuramente molto più difficile che contro un ente pubblico che ha acquistato titoli spazzatura di una azienda sull’orlo del fallimento.

Articolo scritto da bst - Vota questo autore su Facebook:
bst, autore dell'articolo Agenzie Di Rating E Declassamento Dell' Italia, Qualche Considerazione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Analisi molto interessante, 5 stelle! Sarebbe molto utile se continuasse il suo lavoro di divulgazione su questo tema, per esempio rimarcando il potenziale pericolo generato dalla agenzie di rating, certamente corresponsabili della grande crisi USA del 2008. Conoscere per non ripetere gli errori...

Inserito 5 marzo 2012 ore 08:48
 

Grazie del suggerimento.

Inserito 5 marzo 2012 ore 09:13
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione