Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Banca Mps: Il Cavaliere Bianco Esiste Davvero?


31 ottobre 2013 ore 23:23   di Martinaversi  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 1181 persone  -  Visualizzazioni: 1500

La spada di Damocle pende su Banca Monte dei Paschi di Siena. L'istituto dovrebbe infatti lanciare un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro per rimborsare parte dei 4 miliardi di euro di Monti Bond: e il tempo stringe.

Chi dovrebbe sottoscrivere l'aumento? Il maggiore azionista è attualmente la Fondazione Mps, che non ha i mezzi per farlo. Dal documento di programmazione strategica pluriennale 2013-2017 si legge infatti che lo "scopo prioritario" dell’attivita’ complessiva dell’Ente nel breve termine deve essere la "messa in sicurezza della Fondazione stessa". Il documento indica "due obiettivi di assoluto valore": in primo luogo "il rimborso integrale del prestito finanziario" e quindi una "appropriata e duratura consistenza patrimoniale, caratterizzata da adeguata e coerente diversificazione del rischio".


Detto in sintesi, la Fondazione ha un debito di 350 milioni di euro nei confronti di 12 banche e quindi vorrebbe cedere parte o la totalità della quota detenuta in Mps, ovviamente prima dell'aumento. Ma chi acquisterebbe le azioni in vista di una ricapitalizzazione? Sarebbe come pagare il doppio.

Arriva oggi la notizia secondo cui la Fondazione starebbe valutando tra le ipotesi possibili anche una fusione della banca con un gruppo preferibilmente internazionale: il titolo decolla in Borsa con volumi da capogiro.

C'è già una short list alla sulla quale si sta lavorando? Molto probabile. L'ingresso di un nuovo socio converrebbe a tutti. Dal punto di vista dell'acquirente, considerando le quotazioni depresse del titolo, il deal consentirebbe di ottenere a sconto attivi dal grande valore potenziale. Dal punto di vista della banca, potrebbe essere evitato l'aumento di capitale che comporterebbe un forte calo del prezzo del titolo in Borsa, sempre supponendo che la ricapitalizzazione sia concretamente fattibile. Dal punto di vista della Fondazione, ci potrebbe essere l'opportunità di vendere la propria quota al nuovo entrante andando così a ripagare il debito.

Restano quindi tutti in attesa di sapere se il cavaliere bianco esiste davvero.

Articolo scritto da Martinaversi - Vota questo autore su Facebook:
Martinaversi, autore dell'articolo Banca Mps: Il Cavaliere Bianco Esiste Davvero?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione