Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Come Aprire La Partita Iva Comunitaria


29 gennaio 2016 ore 19:13   di christianvannozzi  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 482 persone  -  Visualizzazioni: 645

La partita iva comunitaria è lo strumento messo in campo dall'esigenza per uniformare il mercato interno al mercato unico dell'Unione Europea, in modo che l'intero sistema della tassazione sia comune a tutta l'Unione.
Grazie a questa speciale partita iva la società può operare con l'estero, ovvero con tutti i Paesi facenti parte dell'Unione. In questa breve guida spiegheremo come aprire la Partita Iva Comunitaria.

Per ottenere la partita iva comunitaria occorre per prima cosa avere lo status di impresa comunitaria, altrimenti la richiesta non può essere inoltrata. Per avere lo status di occorre seguire un iter ben preciso, che prevede la compilazione di un apposito modello dove si dovrà specificare il presunto importo delle operazioni di entrate e di uscita di merci che la società effettuerà. In alternativa, tale dato, può essere comunicato entro un mese dall'inizio dell'attività tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'agenzia delle entrate del territorio di competenza dell'azienda.


Una volta giunta la richiesta all'ufficio competente, l'Agenzia delle Entrate ha 30 giorni di tempo per esaminarla e quindi decidere di accettarla o rifiutarla. Qualora l'esito sarà positivo la partita iva sarà iscritta nell'apposito registro VIES e sarà abilitata a effettuare le operazioni con gli altri Paesi dell'Unione.

Se esaminiamo la partita iva comunitaria da un punto di vista fiscale va subito detto che questa non garantisce trattamenti migliori della partita iva che viene comunemente aperta dai professionisti e dalle imprese in Italia. Il vantaggio rimane però sulla possibilità di poter esportare e importare beni e servizi sull'intero territorio dell'Unione.

Come Aprire La Partita Iva ComunitariaInoltre si può mettere a rimborso spese sull'erario tutti i macchinari e le forniture utili per l'ufficio o per l'attività di produzione. In questa maniera si potrà risparmiare una grossa somma di denaro, che per le attività, specialmente in Italia, certamente non guasta.

Articolo scritto da christianvannozzi - Vota questo autore su Facebook:
christianvannozzi, autore dell'articolo Come Aprire La Partita Iva Comunitaria
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione