Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Crisi Del Debito In Grecia: Referendum Promesso All' Europa


1 novembre 2011 ore 01:01   di tessa  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 411 persone  -  Visualizzazioni: 827

Il primo Ministro George Papandreou annuncia che in Grecia si terrà un referendum a proposito del nuovo pacchetto di aiuti dell’Unione europea destinati a risolvere la crisi del debito del paese.

Il pacchetto prevede perdite fino al 50% per i possessori privati del debito greco e di un nuovo prestito di 100 miliardi di euro. Ci sono state proteste su larga scala in Grecia contro le misure di austerità introdotte dal governo. Papandreou ha detto in una riunione del suo partito di governo socialista, che il governo ha fiducia nel giudizio degli elettori greci.


Il primo Ministro non ha fissato nessuna data per il referendum, ma ha indicato che si terrà dopo aver definito i dettagli della transazione con l’UE e i creditori del paese. È una grande scommessa per Papandreou , che afferma che è nell’interesse nazionale della Grecia sostenere l’accordo, ma molte persone in Grecia dicono di preferire il caos ad anni di stenti.

Crisi Del Debito In Grecia: Referendum Promesso All' Europa

L’accordo UE è stato raggiunto nelle prime ore del mattino di Giovedì dopo i colloqui. Venerdì scorso ci sono state proteste in diverse città della Grecia. Un’importante parata annuale è stata cancellata a Salonicco dopo che i manifestanti hanno bloccato la strada e gridato insulti al presidente Karolos Papoulias.

Secondo un sondaggio pubblicato sabato dal giornale “To Vima” la maggioranza del popolo greco vede l’accordo sotto una luce negativa. Molti greci ritengono che il governo sia andato troppo oltre nel permettere all’UE e al Fondo Monetario Internazionale (FMI) di dettare le misure di austerità necessarie per assicurare un piano di salvataggio.

Papandreou ha anche affrontato il crescente dissenso all’interno del suo stesso partito socialista per quanto riguarda l’impatto delle misure di austerità all’interno del Paese. Gli indici di gradimento del partito sono calati e la sua maggioranza parlamentare è stata ridotta da alcune defezioni.

Gli analisti affermano che la promessa del referendum permette al governo Papandreou di lasciare la responsabilità delle decisioni sul futuro della Grecia al popolo greco.

“Il nuovo accordo sarà sottoposto al parlamento per l’approvazione e poi sottoposto al giudizio del popolo greco” dichiara il Ministro delle Finanze Evangelos Venizelos al canale Antenna TV. “Il popolo greco può, ovviamente, dire di no, ma deve essere consapevole delle conseguenze della propria decisione".

I partiti di opposizione sostengono che il governo ha annunciato il referendum solo per evitare di dover anticipare le elezioni. “Il primo Ministro sta cercando di guadagnare tempo, vogliamo soluzioni chiare: le elezioni.” ha detto Costas Gioulekas del partito di centro-destra Nuova Democrazia.

Anche Makis Mailis del terzo partito maggiore, i comunisti, ha espresso rabbia. “Questo è un ricatto, dovremmo avere ormai le elezioni".

Articolo scritto da tessa - Vota questo autore su Facebook:
tessa, autore dell'articolo Crisi Del Debito In Grecia: Referendum Promesso All' Europa
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione