Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il 730: L' Illustre Sconosciuto 1^ Parte


11 maggio 2016 ore 18:50   di paomara  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 283 persone  -  Visualizzazioni: 381

C’era una volta il modello 730, che veniva utilizzato dai pensionati e dai dipendenti per "scaricare" un po’ di spese sostenute durante l’anno precedente e recuperare un po’ di tasse trattenute sulla pensione o in busta paga. Naturalmente non tutte le spese potevano essere dedotte. Certo non quelle alimentari e nemmeno quelle per il vestiario e neppure la benzina delle auto, figurarsi le spese per portare d’estate figli e nipotini al mare.

Infatti c’era una sorta di Decalogo, tipo dieci comandamenti, beh per la verità non proprio dieci, scritti da qualche parte, in cui venivano elencate, in modo tassativo, tutte le spese che ogni pensionato o dipendente poteva "scaricare" nel proprio 730.
A differenza però dei dieci comandamenti, rimasti immutati dai tempi di Mosè, questo decalogo di spese invece, di anno in anno veniva riscritto, ora aggiungendo qualche spesa che prima non c’era, ora modificando o togliendone un’ altra che prima c’era.
Fu così che il povero pensionato e dipendente, già impegnato a ricordarsi di rispettare e a far ricordare di rispettare ai propri figli e nipoti i dieci comandamenti, fu costretto a rivolgersi a qualchedun altro, affinché potesse per lui provvedere alla giusta compilazione del 730.


E nacquero così i CAF, letteralmente centri di assistenza fiscale, che nel giro di qualche anno si diffusero come i funghi in tutto il paese.Anche l’anziana signora si ritrovò un bel giorno come dirimpettai "un centro di quelli". Pensando al momento che fossero dei benefattori giunti da chissà dove, l’anziana signora incuriosita si recò da loro e con somma sorpresa si presentò davanti a lei un mondo fino a quel momento visto solo in televisione. Avvenenti ragazze all’ingresso, uomini tutti in ghingheri, scrivanie imbrattate di montagne di scartoffie. La curiosità ad un tratto divenne sospetto. Ci volle un po’ di tempo agli impiegati per spiegare all’anziana signora quale servizio gratuito offrissero a tutti i pensionati e quali indubbi vantaggi ne derivassero per loro.
Poi si scoprì che erano in qualche modo sovvenzionati dallo Stato.

I CAF erano praticamente una sorta di associazioni di individui che nel frattempo si erano specializzate nel memorizzare tutte le varie spese che ogni anno potevano essere riportate nel 730 con i relativi documenti "giustificativi". E già, perché non tutti i documenti andavano bene. Era necessario che ciascuno di questi, a seconda del tipo di spesa, rispettasse determinati criteri. Ed ecco che ad esempio, lo scontrino della farmacia doveva riportare la scritta "farmaco" e non "parafarmaco", la polizza di assicurazione vita doveva avere una durata non inferiore a 5 anni senza la possibilità di concessione di prestiti, le spese per la ristrutturazione della casa se c’era il bonifico "parlante" e così via.

Articolo scritto da paomara - Vota questo autore su Facebook:
paomara, autore dell'articolo Il 730: L' Illustre Sconosciuto 1^ Parte
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione