Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Modello 730/2013: Le Novità


22 gennaio 2013 ore 08:32   di Feniks  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 1042 persone  -  Visualizzazioni: 1647

Approvato dall’Agenzia delle Entrate il nuovo modello 730/2013 relativo ai redditi percepiti nel 2012, a disposizione di tutti i lavoratori dipendenti o pensionati che potranno consegnarlo al sostituito di imposta (se lo stesso mette a disposizione questo servizio) oppure ad un Caf abilitato, da cui potranno essere assistiti nella compilazione.

Le novità di quest’anno riguardano, principalmente l’applicazione delle disposizioni in materia di IMU. Questa imposta infatti ha sostituito sia l’Irpef che le relative addizionali sui redditi dominicali (non sui redditi agrari) e sui redditi dei fabbricati purchè non locati. Per questo, nei prospetti relativi all’elenco dei terreni e dei fabbricati (quadro A e quadro B) è stata aggiunta la colonna "esenzione IMU" che deve essere barrata a cura del contribuente se l’immobile o il terreno non è stato assoggettato a questa imposta. Infatti se un terreno od un fabbricato non è dovuta l’Imu, sono ancora dovute le ritenute Irpef e le addizionali. Il totale dei redditi non imponibili ai fini Irpef deve essere riportato nel rigo 147 del prospetto di liquidazione a cura di chi presta l’assistenza fiscale.


Nel quadro C sezione I relativo ai redditi di lavoro dipendente e assimilati è stato inserito il codice 4 che deve essere utilizzato dai possessori di reddito prestato all’estero in zona di frontiera. Lo stesso è imponibile (per l’anno 2012) per la parte eccedente i 6.700 Euro. E’ stata prevista inoltre una casella che deve essere compilata dai lavoratori dipendenti che rientrano in Italia dall’estero (codice 1), il cui redditi concorre all’imponibile nella misura del 20% per le donne e del 30% per gli uomini, e con il codice 2 dai docenti e ricercatori che, in presenza dei requisiti di legge, possano fruire dell’agevolazione per cui il redditi concorre per il 10% alla formazione dell’imponibile.

Nel quadro E Sezione II (oneri deducibili) nel rigo E21 – Contributi previdenziali ed assistenziali è stata aggiunta la colonna relativa ai soli contributi obbligatori versati con il premio di assicurazione di responsabilità civile per i veicoli che sono deducibili, da quest’anno, solo per la parte che eccede i 40 Euro.
Sempre nel quadro E, nella sezione III, la detrazione per le spese di recupero del patrimonio edilizio passa dal 36% al 50%, per le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012 per un ammontare massimo di spesa di Euro 96.000.

Articolo scritto da Feniks - Vota questo autore su Facebook:
Feniks, autore dell'articolo Il Modello 730/2013: Le Novità
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione