Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Italia A Rischio Fallimento, Ciò Che Tutti Sussurrano Ma Che Nessuno Dice


5 settembre 2011 ore 22:07   di rodido  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 737 persone  -  Visualizzazioni: 1520

Oggi 5 settembre 2011 è stata una giornata importante per l’Italia. Improvvisa è risuonata la minaccia “È giunta ora l'ora che i governi si assumano le loro responsabilità”. Ha detto Mario Draghi governatore della Banca d’Italia. “Non si dia per scontato acquisto di titoli di Stato da parte della Bce” ha così continuato completando il messaggio per chi non lo avesse ben compreso. E ciò all’indomani dell’incontro di Cernobbio in cui Tremonti aveva rinnovato la richiesta di improbabili Eurobond per salvare la situazione ormai fuori controllo della finanza pubblica italiana.

L’avvertimento è arrivato forte e chiaro. La politica italiana ha iniziato ad andare in iperventilazione arrivando a prospettare una manovra votata dal senato entro mercoledì (in due giorni). Ma la manovra perde pezzi e contenuti: dopo aver ritirato riforme degli ordini professionali, riduzione dei parlamentari, eliminazione delle provincie oggi è stata la volta alla norma circa la soppressione degli enti con meno di 70 addetti immolata sull’altare della partitocrazia. Servirebbero misure forti in grado di colpire i diritti acquisiti dai baby pensionati o da coloro che non hanno versato quanto percepiscono. Occorrerebbe colpire i capitali rientrati grazie allo scudo fiscale (si tratta nella migliore delle ipotesi di evasori) e far pagare loro un supplemento rispetto al risibile 5%. Insomma servirebbero interventi forti ma solo un governo forte ed autorevole potrebbe realizzarle.


Ma veniamo a quello che gli italiani sanno ma che giornali e politici non hanno il coraggio di dire. Ecco il commento di un lettore del corriere: “Qui tutti fanno finta di non vedere il problema vero : il debito. Sistemato il deficit, che è una manovra semplice rispetto a quello che verrà, qualcuno dovrà dire come si fa a trovare ca. 400 miliardi per abbattere il debito, e lo dovrà dire subito. Questa sarà una manovra da economia di guerra, altro che le pensioni dia anzianità o altre amenità del genere.” In realtà il debito italiano ha quasi raggiunto quota 2.000 miliardi. Ecco un altro lettore “A Luglio tutto andava bene e ci bastava una manovrina, per restare i primi della classe, oggi abbiamo bruciato non i 45,5, necessari per il supplemento di manovra, ma dieci volte di più. Eppure anche un cieco si poteva rendere conto che Italia i pensionati (a parte una minoranza)hanno consumato le risorse finanziarie dei giovani, grazie a pensioni molto generose che gli permettono di passare dodici mesi all'anno in ferie, di investire in immobili (magari nei paesi caldi)... di fare una vita che le giovani generazioni non potranno neanche sognare”.
Insomma l’insoddisfazione monta, oggi a Milano prove di contestazione a piazza affari. Cittadini hanno fatto irruzione nel tempio della finanzia italiana per protestare contro i provvedimenti presi dalla manovra del governo, riuscendo a salire al secondo piano del Palazzo Mezzanotte. Domani sciopero generale targato Cigil. Il 10 e 11 settembre a Roma la manifestazione Piazza Pulita organizzata da quelli del popolo viola quindi senza la presenza dei partiti. E sempre il 10 settembre a Roma il movimento 5 stelle chiederà conto delle 350.000 firme raccolte quattro anni fa per una legge anticasta di iniziativa popolare mai esaminata. E il 21 settembre presidio ad oltranza davanti a Montecitorio organizzato intorno a Gaetano Ferrieri, 54 anni che da oltre tre mesi sta portando avanti uno sciopero della fame con un gazebo davanti a Montecitorio.

Di fronte a tutto questo il teatrino della politica italiano appare quantomeno inadeguato e continua il suo percorso parlando a sproposito di responsabilità e senso del dovere. Nessuno ha presentato dimissioni. Nessuno ha proposto misure contro la casta o contro i veri privilegi. Dal di fuori questo teatrino assomiglia ai passeggeri del Titanic che continuavano a ballare al suono dolce dell’orchestra. Mentre la nave inesorabilmente imbarca acqua e si prepara per inabissarsi.
Italia A Rischio Fallimento, Ciò Che Tutti Sussurrano Ma Che Nessuno Dice

Articolo scritto da rodido - Vota questo autore su Facebook:
rodido, autore dell'articolo Italia A Rischio Fallimento, Ciò Che Tutti Sussurrano Ma Che Nessuno Dice
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione