Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Mai Più In Contanti Per Importi Sopra I 5000 Euro


28 febbraio 2011 ore 09:41   di girl_news  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 780 persone  -  Visualizzazioni: 1659

Importanti novità per i pagamenti con assegni e in contanti. Dal 30 aprile non si potranno più usare banconote per importi
superiori a cinquemila euro, mentre gli chèque dovranno essere necessariamente non trasferibili. A meno che la cifra non sia inferiore ai cinquemila euro.
In questo caso, però, l’assegno sarà assoggettato a una tassa di 1,5 euro. E le “girate” dovranno contenere i dati anagrafici e il codice fiscale del beneficiario. Le nuove norme pongono limiti anche all’impiego dei libretti postali e di deposito.
Un giro di vite per combattere il riciclaggio del denaro “sporco” e il finanziamento del terrorismo internazionale, ma che dovrebbe essere efficace soprattutto come arma per colpire l’evasione fiscale. La parola d’ordine è “tracciabilità”.
Per facilitare il lavoro d’indagine, infatti, ogni pagamento, ogni trasferimento di denaro dovrebbe “lasciare traccia”. Come avviene ogni volta che facciamo un bonifico, oppure usiamo la carta di credito o il bancomat. Non potendo proibire del tutto l’impiego del denaro contante, il legislatore ha cercato di limitarne il più possibile l’uso. E lo stesso vale per quei “titoli” che, per le loro caratteristiche, possono sostituire il contante, permettendo di far circolare denaro in modo anonimo. Ecco, in sintesi che cosa cambia.

DENARO LIQUIDO
La legge già proibiva ogni trasferimento di denaro contante per importi superiori a 12.500 euro. Dal 30 aprile il limite scende a soli cinquemila euro. Attenzione: per evitare che somme superiori siano pagate in più versamenti, la nuova norma introduce il concetto di “operazione unitaria”. I trasferimenti realizzati attraverso più operazioni, che avvengono in momenti diversi (la cosiddetta “operazione frazionata”) ma nell’arco di sette giorni, sono considerati un solo pagamento. In pratica, Tizio non potrà dare a Caio ottomila euro in contanti consegnandoli in due tranche senza violare la legge. Le stesse regole si applicano per il trasferimento di libretti di risparmio o di assegni al portatore.


LIBRETTI DI DEPOSITO
Il saldo dei libretti di deposito al portatore, siano essi bancari o postali, dal 30 aprile non potrà essere uguale o maggiore di cinquemila euro. Chi supera questo limite dovrà, quindi, ridurne l’importo, oppure estinguere il libretto. Non è tutto: il possessore di un libretto al portatore non potrà trasferirlo se non comunicando alla banca o alle Poste l’identità della persona cui è stato ceduto. La comunicazione dovrà avvenire entro 30 giorni.

GLI ASSEGNI
Le novità più importanti riguardano il carnet di assegni. Come abbiamo detto, dal 30 aprile scattano molte limitazioni alla circolazione degli chèque. Le banche, perciò, rilasceranno ai clienti libretti con l’indicazione “non trasferibile” già stampigliata. Quelli “vecchi” possono, ovviamente, essere ancora utilizzati, indicando questa condizione al momento di compilarli. Esiste la possibilità di emettere assegni trasferibili, ma solo a determinate condizioni. Intanto il cliente della banca dovrà farne specifica richiesta all’istituto compilando un modulo particolare. Su ciascun assegno “libero”, poi, graverà un bollo di
1,5 euro. L’importo, inoltre, non potrà essere pari o superiore a cinquemila euro. Infine, ciascuna “girata” dovrà contenere, oltre al nome, anche i dati anagrafici e il codice fiscale del beneficiario. La mancanza di quest’ultimo renderà l’assegno
nullo. Scompare, dunque, la possibilità di fare la “girata in bianco”. Quanto agli assegni emessi all’ordine del traente, cioè con l’indicazione “a me stesso”, “a sé medesimo” eccetera, potranno essere girati unicamente per l’incasso alla banca o alle Poste.

Mai Più In Contanti Per Importi Sopra I 5000 Euro

Articolo scritto da girl_news - Vota questo autore su Facebook:
girl_news, autore dell'articolo Mai Più In Contanti Per Importi Sopra I 5000 Euro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione