Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Manovra Economica: La Giustizia Sociale Di Tremonti


5 luglio 2011 ore 18:13   di 2tredici  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 564 persone  -  Visualizzazioni: 988

"Enrichissez vous" ("Arricchitevi") fu l'esortazione lanciata da Francois Guizot alla Camera dei Deputati francese nel 1843 in risposta alle opposizioni che chiedevano riforme politiche e sociali. La frase non voleva incoraggiare le ruberie dei politici a spese delle casse pubbliche (come malignamente qualcuno potrebbe pensare) ma era, invece, un invito rivolto ai Francesi in generale: "abbiate il coraggio di rischiare, arricchitevi, così migliorerete le condizioni morali e materiali della Francia".

Pochi anni dopo, all'epoca del Secondo Impero, il motto di Guizot divenne l'emblema di un frenetico sviluppo economico che cambiò il volto di Parigi e del Paese e segnò il trionfo del capitalismo, peraltro in un contesto nel quale le libertà politiche erano ridotte al lumicino. Ma anche in un ambito sicuramente non dispotico, quale gli Stati Uniti d'America, l'"enrichissez vous" diventò il simbolo di un sistema nel quale lo Stato deve assicurare le condizioni affinchè le libertà economiche individuali possano tranquillamente svilupparsi. Più tardi, questo concetto, se vogliamo on po' rozzo e primitivo di capitalismo e di economia di mercato, venne temperato aggiungendovi un importante corollario: lo Stato deve anche fare in modo di assicurare a tutti uguali opportunità.


E proprio qui sta la differenza tra la Destra classica e la Sinistra classica: la prima ritiene che uguali debbano essere le opportunità, la seconda ritiene che uguali debbano essere i risultati. E' molto più facile raggiungere l'obiettivo della Sinistra: è sufficiente utilizzare la legge per livellare verso il basso le condizioni economiche degli individui. Sia pure con una certa approssimazione, si può affermare che la grande maggioranza degli elettori italiani che hanno scelto l'attuale Governo si riconosca nelle politiche economiche della Destra classica. E' allora possibile immaginare (anzi: lo si è già visto alle ultime elezioni amministrative!) quanto grande sia la perplessità di questi elettori di fronte all'azione del Ministro Tremonti, tutto preso nell'imporre provvedimenti con effetti recessivi e, in particolare, nel livellare verso il basso le condizioni dei ricchi (o meglio, dei finti ricchi, come si vedrà in seguito).

Anche a voler concedere che sia cosa buona e giusta (pur se dovrebbero farlo i Comunisti superstiti e non i Governi di Centro-Destra) colpire i ricchi, il problema, infatti, consiste nel capire chi siano i "ricchi". In proposito, le idee di Tremonti sono ondivaghe.

Nella manovra economica dell'estate 2010 "ricchi" sono stati considerati i lavoratori dipendenti (ma non tutti: soltanto i dipendenti pubblici) che guadagnano più di 90.000 Euro lordi all'anno (circa 47,000 Euro netti all'anno, tredicesima compresa), non importa se appartenenti a famiglie mono-reddito o a più redditi. A tutti costoro sono stati decurtati gli stipendi, con un provvedimento di dubbia costituzionalità.

Nella manovra economica di questa estate, presentata nei giorni scorsi, "ricchi" sono diventati i pensionati che percepiscono un assegno superiore a 1428 Euro mensili e "ricchissimi" coloro che incassano una pensione di importo superiore a 2380 Euro mensili. Nel biennio 2012-2013, infatti, le pensioni saranno rivalutate al 100% del dovuto soltanto fino alla soglia di 1428 Euro mensili. La fascia tra 1428 e 2380 Euro sarà rivalutata soltanto al 45% del dovuto mentre oltre i 2380 Euro non ci sarà alcuna rivalutazione.

E così anche i "ricchi" pensionati sono sistemati.

"Ricchi" invece non sono (a quanto sembra, a prescindere) i produttori di latte: la manovra economica di Tremonti (e/o di Calderoli?) agevola infatti il pagamento delle multe per lo sforamento delle quote-latte. I pensionati pagano, i produttori di latte no, o almeno possono farlo con comodo. Robin Hood deve essere diventato un poco strabico.

Pagano, invece, i "ricchi" possessori di SUV con potenza superiore a 225 Kw, non importa se inquinanti o meno. Ecco servita quell'imposta patrimoniale che nemmeno Bertinotti, quando Rifondazione Comunista era al Governo, riuscì ad introdurre.

In ultimo, "ricchi" per definizione sono naturalmente i dipendenti pubblici, a prescindere dal reddito: fino a tutto il 2014 non avranno incrementi di stipendio.

Paradossalmente, si può dire che Tremonti. con le sue manovre economiche, è riuscito a far resuscitare la lotta di classe. Marx ringrazia ma va detto che i marxisti almeno erano (o sono?) più bravi nell'individuare i veri "ricchi" da colpire. Questo Governo di ipotetico Centro-Destra nemmeno questo riesce a fare.

Nel frattempo l'ISTAT ci informa che, manovra recessiva dopo manovra recessiva, i consumi delle famiglie restano al palo: nel 2010 sono aumentati in misura impalpabile ( 0,5%) rispetto al 2009.

Però l'OCSE e la Commissione Europea plaudono al rigore di Tremonti: le riforme per dare impulso ai consumi ed alla ripresa economica possono attendere.

Articolo scritto da 2tredici - Vota questo autore su Facebook:
2tredici, autore dell'articolo Manovra Economica: La Giustizia Sociale Di Tremonti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione