Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Manovra Finanziaria 2011: Lacrime E Sangue Per I Soliti Noti


17 luglio 2011 ore 16:07   di inspired  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 813 persone  -  Visualizzazioni: 1655

L’Europa continua a richiamare l’Italia all’ordine (dei conti pubblici) e l’Italia risponde. O meglio il governo, nella persona del ministro dell’Economia, risponde con una manovra da circa 50 miliardi di euro. Manovra che ricadrà soprattutto sugli italiani, come se fossimo noi cittadini i responsabili dei buchi di bilancio provocati dai vari governi che si sono succeduti. Ma in parte responsabili lo siamo: basti pensare che, distratti come siamo dai problemi che “assillano” il premier, non ci siamo nemmeno accorti che in Grecia, con una manovra di poco superiore alla nostra, è successo il finimondo con il popolo greco che ha dato alle fiamme il ministero delle Finanze e paralizzato l’economia con numerosi scioperi generali.

Nonostante tutto, gli italiani sono fiduciosi: si fidano del presidente della Repubblica che ha firmato la manovra e si fidano dell’opposizione che l’ha votata, pur non condividendola, come atto di responsabilità. A fidarsi meno sono gli amministratori locali e gli economisti secondo i quali è una manovra che, come al solito, colpisce i meno abbienti e potrebbe anche far sorgere qualche dubbio di costituzionalità. Inoltre rinviare il grosso dei tagli alla prossima legislatura toglierà di certo credibilità a questo governo.


La manovra correttiva, studiata per fronteggiare la pericolosa crisi economica mondiale, rischia di dare il colpo di grazia alla debole economia italiana già enormemente debilitata dalle passate finanziarie di sangue e da una manovra da 24 miliardi approvata meno di un anno fa con l’intento, ancora una volta, di risanare il bilancio. Intento andato a vuoto e a pagare sono stati i soliti: dipendenti pubblici, pensionati, sanità, enti locali.

Alla già nota difficile situazione economica, in questi giorni si è aggiunta anche l’ombra della speculazione finanziaria con la borsa di Milano che ha registrato perdite spaventose. Per questo motivo, non c’era tempo da perdere: la manovra doveva essere approvata in tempi ristrettissimi. Infatti, cosa mai successa in Italia, è stata approvata da entrambi i rami del Parlamento in due giorni.

Una manovra seria ed equa, più che da un inasprimento delle tasse avrebbe dovuto iniziare dai tagli agli enormi costi della politica e dei privilegi della solita casta. Ma naturalmente stiamo assistendo ad un film già visto innumerevoli volte: quando si tratta di salvaguardare i propri interessi e privilegi, maggioranza e opposizione sono sempre d’accordo e poco importa se a farne le spese sono i giovani che non trovano lavoro, i pensionati che non arrivano a fine mese, i dipendenti pubblici che si vedono i contratti bloccati per almeno tre anni, la sanità costretta a tagli ricorrenti, la scuola pubblica in arrestabile declino. Il timore comune è che la situazione sia diventata irreversibile e che si sia giunti ad un punto di non ritorno.

Manovra Finanziaria 2011: Lacrime E Sangue Per I Soliti Noti

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Manovra Finanziaria 2011: Lacrime E Sangue Per I Soliti Noti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione