Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Mercati Finanziari, Dalla Grecia Con Amore


22 giugno 2011 ore 02:22   di 1econ  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 511 persone  -  Visualizzazioni: 827

22 Giu. I mercati finanziari non hanno ancora superato le turbolenze e forse ci vorranno ancora mesi prima che ciò accada. Tenendomi informato su Google News delle notizie di economia, oltre che su riviste specializzate del settore quali Milano Finanza e Il Sole 24 Ore e non solo CNN-CNBC ecc., le numerose notizie riportano analisi e cifre, possibili soluzioni e interviste, ma nessuno parla apertamente del problema che sta alla base della Crisi in Europa.

Il vero problema della crisi in Europa è il fatto che l’Europa non esiste! O meglio esiste un’Europa geografica che utilizza l’Euro come moneta unica di scambio e che ha abbattuto le frontiere, cercando di armonizzare alcune norme nazionali. Non esiste una coesione vera tra gli Stati membri, che nelle loro differenze dovevano trovare le regole del gioco prima di iniziare la partita!


Regole condivise, serie e ferree che dovevano essere poste agli Stati per poter essere “soci” dell’Europa con tutti i vantaggi e gli svantaggi che ciò comporta. Si è solo cercato di mettere insieme Nazioni diverse, con interessi diversi e con realtà ben differenti, tutti insieme in un grande mercato privo di regole. Esiste un Parlamento Europeo che è in balia delle varie Commissioni, le quali sono sature da sempre di uomini delle Multinazionali, che sono cooptati nelle Commissioni che preparano le norme europee. Questo significa che la Comunità Europea legifera su suggerimento liberista delle Multinazionali e non come organo espressione delle varie politiche nazionali o di politiche comunitarie condivise. Senza entrare nel dettaglio, questo impedisce o limita fortemente il formarsi di organi di controllo europei, necessari affinchè l’Europa sia un’entità vera e non solo monetaria.

Mercati Finanziari, Dalla Grecia Con Amore

Lo scorso anno c’erano i PIGS (Portogallo, Irlanda Grecia e Spagna) indicati come Stati deboli, il cui rischio di insolvenza era elevato, quest’anno ci sono i PIIGS (precedenti stati a cui si è aggiunta l’Italia) e il concreto problema con la Grecia, che dopo aver falsificato i dati, i bilanci per anni, nascondendo i debiti sotto il tappeto e raccontando bugie al mondo intero oggi è una nazione tecnicamente fallita, sull’orlo del baratro. Questa situazione non si sarebbe mai potuta verificare se ci fossero state le “regole del gioco”. L’Europa ha nuovamente mostrato la sua debolezza o addirittura inesistenza nella gestione del problema Grecia, che poteva essere affrontato nel 2010 ad un costo molto inferiore a quello attuale. Infatti i ritardi di intervento con cui si è mossa l’Europa in una situazione “disastrosa” come quella Greca, non ha fatto altro che aumentare il costo dell’eventuale salvataggio e mostrare al mondo l’incertezza con cui si muove scoordinata l’Unione Europea.

Dalla Grecia con Amore, potrebbe essere la pietra miliare della nuova Europa, la solidarietà immediata verso i paesi in difficoltà e ferree regole per rimanere nell’UE, semplice ed efficace. Questo dovrebbe essere l’insegnamento della crisi Greca. L’Europa, che da sola e con una voce unica risolve i problemi dei suoi Stati membri, ovviamente facendo poi ricadere i costi su quegli stessi paesi salvati. E’ indubbio che dovrà essere la Grecia a dover ripagare nel tempo il suo debito eccessivo, attraverso privatizzazioni, vendita di proprietà statali, austerity, maggiore pressione fiscale e limitazione o perdita di parte dell’indipendenza nazionale. Ma questo è necessario. I Greci hanno speso troppo, d'ora in avanti devono risparmiare.

Se questo sarà il cammino la Crisi creerà un Europa Vera e responsabile, responsabilizzante dei suoi stati membri. Diversamente se prevarrà la “cultura” degli aiuti senza regole, verranno premiati quei paesi che hanno creato la crisi e che a rotazione si presenteranno altri paesi a chiedere aiuti, rendendo infinita questa crisi globale. La crisi purtroppo sono milioni di famiglie in difficoltà, disoccupazione, miseria e instabilità politica ed economica. Siccome nessuno (a parte piccoli gruppi di potere che speculano miliardi su queste situazioni di crisi) vuole un protrarsi della crisi in Europa e siccome il rischio di contagio è concreto, speriamo che L’Europa vada velocemente in Grecia con Amore e ritorni rafforzata.

Articolo scritto da 1econ - Vota questo autore su Facebook:
1econ, autore dell'articolo Mercati Finanziari, Dalla Grecia Con Amore
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione