Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Moody's E Le Agenzie Di Rating? La Rivoluzione Intellettuale


24 giugno 2011 ore 00:39   di 1econ  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 498 persone  -  Visualizzazioni: 849

23 Giu. L’agenzia di Rating Moody’s rilascia con frequenza quotidiana giudizi sulle aziende, gli stati, gli enti locali, basati su studi condotti all’interno dell’agenzia stessa, privi di alcun controllo esterno. In un mondo “normale” verrebbe da chiedersi quanto sia neutrale la valutazione di un’agenzia di rating? Soprattutto considerando che i giudizi vengono compilati da “esperti” analisti che mai hanno sollevato un dubbio sull’ormai famoso Madoff, nemmeno in presenza di segnalazioni ed indagini della SEC!

Le società di rating sono il frutto malato dell’ignoranza degli operatori, che si affidano a giudizi altrui in quanto non dispongono di giudizi propri. Questo ragionamento è difficile da comprendere per i più, ma le valutazioni delle agenzie sono solo opinioni, più o meno autorevoli. In quanto opinioni sono assolutamente discutibili. Riguardo all’autorevolezza tutte le agenzie di rating non sono mai riuscite ad avvertire il mercato di un vero problema.


Quindi i giudizi delle agenzie di rating hanno meno valore del barbiere del quartiere, che almeno conosce i suoi clienti. Hanno fallito su Madoff, hanno fallito su Lehman Brother’s, su Enron, su Parmalat, su Fanny MAE e Freddy Mac, che sono solo alcuni dei crac più gravi e “famosi” al mondo. Eppure sono ancora “seguiti” e viene sinceramente da chiedersi:”PERCHE’?”.

La risposta è complessa come la questione posta, ma andando alla radice vengono “ascoltati” perché gli operatori NON sono competenti, NON hanno idee, NON sanno valutare le realtà, quindi viene estremamente comodo affidarsi a questi “finti guru” per poter poi scaricare le responsabilità di eventuali errori su altri.

Facciamo un’ipotesi semplice e comprensibile a tutti. L’Ente Pinco ha una sua dinamica, con attivi e debiti, si finanzia sul mercato. Poi arriva il report dell’agenzia di rating Gino, che sostiene che Pinco è in crisi ed ha un debito eccessivo. Immediatamente l’Ente Pinco trova difficoltà a trovare risorse, perché il rating ha messo in “allarme” le banche, gli investitori, i fornitori e i clienti. Pinco si trova improvvisamente nell’occhio del ciclone e rischia seriamente di non trovare le risorse per proseguire l’attività, oppure le trova a costi nettamente superiori.

Ma senza il rating di Gino, l’Ente Pinco avrebbe continuato ad operare normalmente e non avrebbe avuto difficoltà.

Quindi il rating "crea" le difficoltà, non le previene, non le prevede e non le risolve. L’Ente Pinco nella realtà è stato solo pochi giorni fa lo Stato Italiano (quindi tutti noi cittadini), successivamente gli enti locali (quindi ancora noi cittadini) ed ora il Sistema Bancario Italiano (in ultima analisi ancora noi cittadini). Senza voler difendere nessuno, pare evidente che l’attenzione posta da Gino che in realtà è l’agenzia Moody’s verso l’Italia abbia qualcosa di quantomeno "strano".

Il risultato di tali rating è un aumento del costo del debito pubblico causato dalla sfiducia degli investitori che seguono tali rating! Quindi più tasse per gli Italiani! Che devono pagare le tasse, affinchè lo stato paghi più interessi agli investitori “impauriti”. Quanto di questi rating corrisponde alla realtà? Quasi MAI nulla corrisponde al vero, sono spesso strumenti di estrema speculazione che l’Italia oggi, ma tanti altri prima hanno subito. In ultima analisi questi report sono redatti per fare da sponda a speculazioni miliardarie in euro (da migliaia di miliardi di euro), e vengono “subiti” e “accettati” più per incompetenza che per vera analisi.

Infatti l’incompetenza è la vera causa che ha scatenato la crisi finanziaria (le banche prestavano soldi a clienti a cui non avrebbero mai dovuto fare credito, perché privi delle minime garanzie dovute, per poi rivendere ad altri il rischio… ma tutte le banche hanno fatto questo “giochino” e tutte le banche si sono trovate ad avere crediti tossici a volte anche senza saperlo), mentre le agenzie di rating non hanno mai sollevato il problema! Visto cha mia figlia che va all'asilo e ha solo 5 anni mi ha detto oggi:"Papàvedi che l'Europa aiuta i suoi Stati, perchè siamo tutti uguali!". Io sono rimasto perplesso.

Serve una rivoluzione culturale è necessario un ricambio della classe dirigente istituzionale e finanziaria, è surreale che nessuno abbia mai sollevato questi problemi… Le agenzie di rating da chi sono “usate”? Per quali “scopi”? Quali conseguenze… ecc. ecc… Alla fine paga sempre il cittadino vittima dei rating!

Articolo privo di immagini per scelta.

Articolo scritto da 1econ - Vota questo autore su Facebook:
1econ, autore dell'articolo Moody's E Le Agenzie Di Rating? La Rivoluzione Intellettuale
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione