Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Paniere Istat 2011: Ecco Come Si Calcola L' Aumento Dei Prezzi


10 novembre 2011 ore 11:07   di Feniks  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 465 persone  -  Visualizzazioni: 869

L’Istat ogni anno calcola l’indice dell’aumento dei prezzi al consumo monitorando il costo di una serie di beni (inseriti in un elenco detto “paniere”) in negozi e supermercati sparsi su tutto il territorio nazionale. Il “paniere” si compone di 12 grandi Categorie di prodotti, chiamate Divisioni che vengono aggiornate ogni anno; torno su questo argomento presentando alcune curiosità che ho trovato scorrendo solo l’elenco per l’anno 2011.

Nella divisione Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche che comprende il maggior numero di voci, troviamo, accanto a quelli tradizionali per la prima colazione, i cereali biologici, segno della crescente attenzione a questo tipo di prodotti.
Nella divisione Bevande Alcoliche e Tabacchi entrano whisky, grappa e brandy (genericamente indicati come Superalcolici nel 2010). Abbigliamento e Calzature comprende tutto ciò che è legato al vestiario. Da notare che, mentre nei panieri dei primi anni ’30 in questa divisione erano compresi soprattutto tessuti, piano piano sono scomparsi per lasciare il posto ad abiti già confezionati e servizi di lavanderia e riparazione.


Le divisioni Comunicazioni e Ricreazione ci offrono uno spaccato della realtà odierna: fanno il loro ingresso gli smartphone anche se in commercio prima del 2011 e già largamente utilizzati da anni. Entrano anche Netbook, i tablet-pc e i monitor LCD, mentre l’anno precedente la lista comprendeva solo i Personal Computer (unità centrale e periferiche). Resistono da anni le scatole di costruzioni in plastica per bambini e le classiche bambole, che compaiono accanto alle più tecnologiche console per giochi elettronici in un contrasto tra antico ma sempre attuale e moderno.
Nella divisione Servizi Ricettivi e di ristorazione via libera al fast-food etnico che troviamo accanto al tradizionale pasto al ristorante, all’aperitivo al bar e al gelato (sia confezionato che artigianale).

La divisione più curiosa è quella detta Altri beni e servizi dove vengono incluse tutte quelle voci non altrimenti classificabili: e scopriamo così che vengono monitorizzati i costi di rasoi e lame da barba, le spese di parrucchiere ed estetisti accanto all’asilo nido e alle fotocopie. Ma anche il costo dei certificati anagrafici o dei funerali, che troviamo vicino agli ombrelli e alle fedi in oro. Insomma l’utile ed il dilettevole, il necessario ed il superfluo, insieme per calcolare quanto, ogni anno, la nostra vita costa in più.

Articolo scritto da Feniks - Vota questo autore su Facebook:
Feniks, autore dell'articolo Paniere Istat 2011: Ecco Come Si Calcola L' Aumento Dei Prezzi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione