Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Perchè In Italia Il Prezzo Della Benzina Non Può Diminuire


18 gennaio 2011 ore 20:24   di commark  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 448 persone  -  Visualizzazioni: 682

Periodicamente ritorna urgente il problema dell'aumento dei carburanti e con una puntualità davvero sconcertante vengono intervistati tutti i soggetti che si dividono una torta che non ha mai fine, tutti i soggetti meno uno: lo Stato; ed è davvero sconcertante constatare che chi ci guadagna di più in assoluto è l'Erario: se scomponiamo il prezzo di un pieno di 50 euro di benzina ben 29 euro sono incamerati dallo Stato sotto la voce Accise ed IVA, quindi ben il 60 % del costo del carburante è gravato da imposte e la cosa più assurda è che l'IVA è calcolata sull'Accisa costituendo una sorta di tassa sulla tassa.

Sostenere quindi che urge una ristrutturazione del sistema distributivo e una diminuazione degli impianti, è spostare il problema, anche perchè se per fare un pieno di benzina bisogna percorrere più chilometri a guadagnarci maggiormente è ancora una volta il fisco: meno distributori, più chilometri per il rifornimento, più imposte incassate dallo Stato.


Tuttavia è un fatto indiscutibile che il numero di impianti di distribuzione è troppo elevato e quindi urge comunque una razionalizzazione degli stessi privilegiando la vendita di carburanti non a marchio, purtroppo le normative regionali spesso sono un ostacolo che non va in aiuto dei consumatori.

La soluzione? Cambiare il mercato dei carburanti è impossibile, ma è possibile con delle scelte individuali e collettive impedire di farsi svuotare le tasche, una soluzione è quella del car sharing, usare l'auto solo quando ne abbiamo bisogno, eliminando tutti i costi diretti e indiretti che il possesso dell'auto si porta dietro, abbiamo bisogno di muoverci con più facilità e a costi più bassi non di più macchine, e su questa scelta non c'è nessun Marchionne che può mettere bocca.....

Articolo scritto da commark - Vota questo autore su Facebook:
commark, autore dell'articolo Perchè In Italia Il Prezzo Della Benzina Non Può Diminuire
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • valentina
    #1 valentina

Hai perfettamente ragione! Tra bollo, assicurazione, pedaggi autostradali, parcheggi a pagamento e pieni di benzina ormai possedere un'auto costa più che allevare un figlio! E' giusto il car sharing che tu proponi, ma andrebbero incentivati anche altri sistemi di trasporto alternativi calmierando, ad esempio, gli abbonamenti ai mezzi pubblici; realizzando piste ciclabili sicure e collegate tra loro; consentendo di viaggiare in treno con una bici al seguito eccetera. Ti accendo 5 stelline per l'articolo!

Inserito 19 gennaio 2011 ore 14:00
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione