Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tremonti, Da Dottor Jekyll A Mister Hyde


6 luglio 2011 ore 11:27   di Montalbano  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 479 persone  -  Visualizzazioni: 854

La Finanziaria che è stata elaborata in questi giorni dal Ministro dell'Economia, Tremonti, sta sollevando moltissime polemiche. E a ragione, perchè, come al solito, prevede tagli devastanti a sanità, scuola, ricerca e molto altro, senza mettere in campo uno straccio di proposta volta alo sviluppo del Paese.

C'è un provvedimento, però, che dovrebbe essere ancora più oggetto di polemica, che prevede l'aumento dell'imposta di bollo sui depositi titoli, che sale da 34,20 euro a 120 euro per gli anni 2011 e 2012. Dal 2013, l'aumento è poi fissato a 150 euro per i depositi sotto i 50.000 euro e 380 euro per conti titoli superiori a 50mila euro (restano escluse le cifre inferiori a mille euro). In pratica, si parla di una supertassa sui BOT e come tale è stato presentato da tutti gli organi di stampa.


Io non mi prefiggo, qui, di fare le bucce al provvedimento, poichè molti analisti finanziari stanno spiegando in questi giorni come per effetto dello stesso si potrebbe verificare una fuga dai titoli di Stato dovuta al fatto che a queste cifre gli italiani potrebbero preferire i fondi comuni aperti sperando in rendimenti migliori. E lo fanno con parole di fuoco, che dovrebbero far riflettere il Superministro.

Quello che mi sconcerta, personalmente, è che proprio Giulio Tremonti, per anni, si è affannato a spiegare come reputasse una vera e propria disgrazia l'ipotesi di tassazione delle rendite finanziarie, e perciò dei BOT stessi. Basti pensare che il 28 ottobre del 2010, alla Giornata mondiale del risparmio, proprio lui affermava: "Credo non sia appropriata l'idea di tassare le rendite finanziarie e quindi tassare i Bot". E per rafforzare questo concetto, aggiungeva: "Francamente, non mi sembra la cosa giusta nel momento giusto ma siamo aperti a tutte le ipotesi che possono venire e che in parte sono gia' venute, seppur in modo informale da Assogestioni e Abi, alle idee di riforma delle attivita finanziarie".

Non sono passati secoli, ma solo pochi mesi. E che a distanza di pochi mesi, la stessa persona che tuonava contro l'ipotesi di tassazione delle rendite finanziarie e che si professava contro qualsiasi ipotesi di tassazione sui grandi patrimoni (cosa socialmente molto più giusta, rispetto al prelievo sulle piccole cifre che spesso sono l'oggetto del cosiddetto BOT people) dica e faccia adesso cose diametralmente opposte, dovrebbe far ulteriormente riflettere su una classe dirigente, quella italiana, che ormai da anni, invariabilmente, dice una cosa e ne fa una del tutto diversa. All'insegna del "Passata la festa, gabbato lo santo"...

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Tremonti, Da Dottor Jekyll A Mister Hyde
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione