Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Web Tv A Rischio: Come Assorbire I Costi


25 luglio 2010 ore 23:27   di MartinaC  
Categoria Affari Finanza e Fisco  -  Letto da 432 persone  -  Visualizzazioni: 825

Quanto costa gestire una web TV? Quali sono gli oneri e gli adempimenti per poter trasmettere in streaming? A queste e a molte altre domande di questo genere si stanno cercando risposte nel mondo delle trasmissioni televisive trasmesse a mezzo web. Non è uno scherzo e nemmeno una realtà lontana: l’equiparazione del mezzo internet alla TV digitale richiede uno sforzo che non tutte le web TV saranno in grado di sostenere dal punto di vista economico. Eppure il percorso da fare per chi gestisce una web TV è proprio questo: cominciare ad adeguarsi allo standard, equiparando il mezzo web al mezzo digitale.

Perché i costi non sono equiparabili: la gestione di uno spazio web è vantaggiosa per il risparmio dei costi di gestione della struttura, minore investimento in attrezzatura tecnica e specialmente minor costo per la diffusione. Infine gli “user” possono attutire i costi per la produzione del materiale, poiché se ne fanno carico loro stessi.


Di contro la ricaduta nelle vendite che le web TV hanno in fatto di acquirenti e di successo pubblicitario è inferiore a quello dei media tradizionali, più ampia la diffusione in proporzione alla grandezza del mezzo, ma inferiore la resa, le statistiche lo dimostrano e infine non interessa tutte le categorie di prodotto perché il target è diverso.

Deve essere proprio questo costo limitato che ha invogliato a mettere in atto strategie volte a diffondere la cultura del “citizen journalism”, un successo concreto che ha fatto pensare a come riuscire a trarre guadagno o meglio danaro riscosso attraverso tasse e permessi anche da queste emittenti on line. Di positivo il fatto che la equiparazione del mezzo eleva la dignità di chi lo produce e lo genera. Da prodotto di svago a prodotto ufficiale della editoria televisiva.

L’investimento economico che si va a fare con la web TV si muove con diverse modalità, partendo da un investimento base si adegua via - via il tiro attraverso la programmazione di finanziamenti e sponsorizzazioni. Una consiste nella riformulazione del tradizionale pacchetto promozionale, che paga alcuni costi, nel pacchetto “contest” promozionale che consente agli “user” di creare contenuti tematici per conto dello sponsor. Un’altra modalità è quella dello spot tradizionale, i trenta secondi che possono essere alternati ai contenuti. Un’altra tecnica quella della progettazione di trasmissioni per conto di progetti finanziati da un’istituzione piuttosto che non da un ente.

Ma se si vuole continuare a mantenere fede al rigore sulla linea di progetto che ha motivato la nascita delle web TV, cioè la libertà nel produrre contenuti originali creati dagli stessi “user” (web 2.0) come si potranno mettere d’accordo le necessità economiche con le linee editoriali?

Per questo il problema incombe sugli editori e sui produttori delle web TV che vedono ora concreto il rischio di dover chiudere i battenti o di dover completamente rinunciare a un profitto per poter pagare un investimento: come dire che il gioco potrebbe non valere la candela.

Articolo scritto da MartinaC - Vota questo autore su Facebook:
MartinaC, autore dell'articolo Web Tv A Rischio: Come Assorbire I Costi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Affari Finanza e Fisco
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione