Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Aiuto, Mi Tradisce! Ma No, è Poliamore


23 luglio 2010 ore 00:34   di CristianaStaccia  
Categoria Altro  -  Letto da 508 persone  -  Visualizzazioni: 925

Quanti e quante di noi, almeno una volta nella vita, hanno avuto la sensazione che il proprio partner, marito o fidanzata ci tradisse? Tanti sicuramente, dato che l'infedeltà di fatto nelle relazioni monogame si stima intorno al 65%. E come abbiamo vissuto quella sensazione: ci siamo sentiti persi nel sospetto, paranoici, guardinghi.
E quando il sospetto si è trasformato in certezza? Eccoci offesi, privati di qualcosa di vitale nell'intimo, nella nostra integrità - feriti, ingannati, presi dalla rabbia.

Non avete mai pensato di volervi liberare di quei sentimenti di gelosia e possessività che ci fanno sentire così insicuri e vulnerabili? E' forse possibile amare qualcuno senza consegnare a questi il potere di gettarci nella più profonda infelicità, nella miseria del tradimento?
La risposta è sì, e si trova in un concetto di relazione sentimentale che sta emergendo negli ultimi anni: il poliamore.
E nella capacità di gestire le nostre emozioni.


Attenzione, non si sta promuovendo qui l'abbandono del partner, nè lo scambio di coppia o l'adulterio. Al contrario, si suggerisce un modo in cui vivere con onestà l'amore nell'era informatica, nel pieno rispetto delle persone con cui stringiamo i nostri legami. Un amore allargato, non un'idea stantìa di libertinaggio o di sessualità indiscriminata e incosciente.

Secondo il concetto di poliamore (http://it.wikipedia.org/wiki/Poliamore), esiste tutta una varietà di forme possibili che possiamo dare alle nostre relazioni sentimentali, e di modi per gestirle in maniera sensibile. Se nostro marito ama qualcun'altra potremmo farlo anche noi invece che stare lì a chiederci: "Cos'ha lei che io non ho?". Naturalmente non c'è niente di nuovo in questo atteggiamento e persino le nostre nonne non hanno nulla da imparare dai figli dei fiori di oggi e di ieri. La novità sta nell'attitudine aperta dell'accettazione di sé, una maturità nuova nell'affrontare la possibilità di non essere gli unici ad avere la chiave d'accesso al cuore dei nostri amati - e che loro non siano gli unici per noi - evitando la menzogna, il sotterfugio e l'indifferenza e facilitando invece il dialogo e la complicità.

All'atto pratico, poliamore significa che non esiste una sola maniera di strutturare le nostre relazioni d'amore - il matrimonio monogamico che dura tutta la vita - e che possiamo dare innumerevoli forme ai nostri rapporti, tante quante sono le persone capaci di sentimenti profondi verso gli altri. Abbiamo così la polifedeltà, in cui le relazioni sono ristrette a un particolare gruppo di persone; le relazioni secondarie, come ad esempio il matrimonio aperto in cui i partners sono liberi di avere altri rapporti oltre a quello col coniuge, con il consenso di tutte le parti; le relazioni di gruppo; le relazioni dei single che decidono di non legarsi con una persona in particolare ma di mantenere più rapporti consapevoli e informati; le relazioni in cui un solo partner è monogamo e accetta che l'altro non lo sia; oppure si può restare monogami pur concedendosi amori platonici oltre al legame principale.

Le possibilità sono infinite, si tratta solo di capire chi siamo veramente, di cosa abbiamo bisogno e in che misura siamo disposti a concederci, essere disponibili ad accettare gli altri e amarli senza pretendere che si comportino come noi ci aspettiamo. Senza bugie, senza nasconderci, questo è possibile. Dobbiamo solo smettere di pensare che l'altro sia qualcosa che ci appartiene come un gadget, una specie di iPod su cui basta schiacciare i tasti giusti, con tutto il rispetto per chi continua a preferire il matrimonio tradizionale. Più facile a dirsi che a farsi? E' probabile, ma se ci possiamo guadagnare in felicità forse vale la pena provarci.

Articolo scritto da CristianaStaccia - Vota questo autore su Facebook:
CristianaStaccia, autore dell'articolo Aiuto, Mi Tradisce! Ma No, è Poliamore
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Claudio
    #1 Claudio

Confermo. Passato il mal di pancia e la inevitabile gelosia degli inizi, poi tutto diventa bello e leggero. Basta essere cosi affiatati da superare (insieme) l'apertura. Non facile, certo, ma poi la vita ti sorride di piu

Inserito 30 luglio 2010 ore 11:06
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione