Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Asparagina: Coltivarla In Appartamento


5 dicembre 2011 ore 13:32   di spaziovendita  
Categoria Altro  -  Letto da 1806 persone  -  Visualizzazioni: 3010

Il genere Asparagus comprende oltre 300 specie di piante erbacee perenni, tra le quali troviamo anche l’asparago commestibile (Asparagus officinale). Sono piante dotate di un rizoma sotterraneo dal quale si dipartono lunghi fusti che a loro volta producono rametti appiattiti verdi, detti “cladodi”, che hanno l’aspetto di foglie e che costituiscono la parte più ornamentale della pianta.
Le vere foglie invece sono ridotte a squame o spine, appuntite e talvolta anche pungenti. I fiori sono in genere insignificanti, a forma di campanella, di colore verde pallido tendente al giallo, o biancastri. I frutti sono bacche grosse come un pisello che, a maturità, divengono rosse.

La specie più coltivata in appartamento è l’ Asparagus sprengeri, con ramificazioni ricadenti lunghe fino a 150cm con cladodi verticillati, lunghi e dritti, e piccoli fiori rosati; con un aspetto leggero atto a dare freschezza all’ambiente. Poiché non ama il clima troppo caldo in ambiente chiuso, in estate è consigliabile mettere il vaso sul terrazzo, all’ombra, per garantire una certa arieggia tura. Quando la temperatura è elevata, si consiglia di porre il contenitore in un sottovaso riempito di ciottoli mantenuti umidi. Si rinvasa in primavera, se le radici hanno completamente riempito il vaso. Per mantenere le piante in forma, si tagliano tempestivamente le forme appassite. Molto ornamentale la specie Asparagus plumosus.


L’Asparagina è una pianta che ama la luce, ma non gradisce l’esposizione ai raggi diretti del sole, soprattutto nelle ore più calde. In appartamento non vuole temperature troppo elevate, specialmente in inverno, quando le stanze sono riscaldate artificialmente. Le minime invernali non devono msi scendere sotto i 12 °C e le massime, da parte loro, non devono salire oltre i 20 °C.
Durante la stagione calda bisogna innaffiare abbondantemente ogni due o tre giorni e spruzzare acqua sul fogliame, oppure collocare il vaso in un sottovaso riempito con ciottoli, che dovranno restare sempre umidi. In inverno, per contro, si deve bagnare soltanto quanto basta a mantenere umido il substrato, quindi l’innaffiatura va fatta in relazione alla temperatura ambiente. Da marzo a settembre è consigliabile somministrare ogni due settimane una dose di fertilizzante liquido per piante d’appartamento, diluita nell’acqua delle innaffiature.

Per la riproduzione, si semina in marzo-aprile in composta da semina, all’interno di un contenitore molto ben drenato. Si tiene il contenitore in ambiente umido e ben areato con temperatura di circa 20°C. Nell’arco di 3-4 settimane compaiono i germogli e quando le piantine sono alte 5-7 cm si trapiantano in vasetti singoli e si ripicchettano in contenitori più grandi dopo un paio di mesi. E’ possibile anche la moltiplicazione per divisione dei rizomi da trapiantare nel miscuglio, da mantenere umido, all’ombra, alla temperatura di circa 15 °C. Le nuove piante generalmente attecchiscono nell’arco di 3-4 settimane.

Asparagina: Coltivarla In Appartamento

L’Asparagina vuole come terreno un substrato costituito per metà da terra di brughiera, per una quarto da terriccio di foglie ben decomposto e per un altro quarto da buona terra da giardino, non calcarea.
Il ragnetto rosso può attaccare la pianta. La prima conseguenza che si può notare è un progressivo ingiallimento delle foglie. Le cocciniglie invece possono provocare la comparsa di escrescenze marroni sui fusti e rendere la pianta collosa e nerastra.
Un’ultima curiosità: le leggere fronde dell’asparagina vengono spesse usate dai fioristi per ornare i mazzi di fiori.

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Asparagina: Coltivarla In Appartamento
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • jacopo
    #1 jacopo

molto descrittivo!

Inserito 12 gennaio 2013 ore 20:25
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione