Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Assassin' S Creed: Brotherhood: Un Sequel Avvincente!


29 dicembre 2010 ore 13:05   di Writeman  
Categoria Altro  -  Letto da 1138 persone  -  Visualizzazioni: 1496

Passeggio per le strade lastricate di Roma; il Pantheon si leva alla mia sinistra, maestoso e antico. I cittadini si affollano attorno a me, coprendomi mentre mi avvicino al mio bersaglio che sta parlando a un gruppo di guardie, ignaro del pericolo che incombe. Il suo ruolo nella cospirazione è minore, quasi indegno della mia attenzione, ma deve pagare per i suoi crimini contro la mia famiglia, non importa quanto indirettamente sia implicato.

Alzo la mano nel segnale convenuto. La donna che ho reclutato settimane prima salta dal tetto da cui né io né altri sapevamo che stava in agguato. La sua lama nascosta taglia a fondo il collo della vittima e l'uomo muore prima di capire cosa stia succedendo. Un brusio sempre più alto si leva tra la folla mentre la mia allieva salta su un cavallo e parte ai galoppo. Mi volto senza una parola e mi mischio alla folla.


Ezio Auditore è un provetto assassino ma prima d'ora le sue missioni venivano quasi sempre completate in solitudine. Come il suo nome indica, Brotherhood introduce una nuova sfumatura: il potere che ora esercita Ezio va ben oltre quello che può ottenere con la sua spada o con un pugnale da lancio perché gli Assassini stanno diffondendo la loro influenza su un intero continente e lui è a capo del movimento.

Assassin' S Creed: Brotherhood: Un Sequel Avvincente!

Il tema della leadership si traspone direttamente nel gameplay e inizia col togliere di mezzo l'influenza dei vostri nemici in città. Mentre uccidete i tirapiedi della famiglia Borgia e bruciate le loro roccaforti, il popolo diventa sempre più ribelle e incline alla vostra causa, tanto che i cittadini particolarmente arrabbiati coIpiscono loro stessi i malvagi. Se aiutate questi rivoltosi solitari, essi si uniranno alla vostra causa e una volta che vi avranno offerto la loro alleanza, queste reclute ferventi agiranno ai vostri ordini colpendo nell'ombra o unendosi ai vostri combattimenti.

Ezio può anche mandarli in missione in Europa e in Asia per fare esperienza e, al loro ritorno, potrete fare un upgrade del loro equipaggiamento per crearvi dei seguaci ancora più potenti. Il sistema di progressione è facile da capire e ha una complessità sufficiente da essere interessante senza oscurare l'azione. Alla fine, gli uomini e le donne che avete reclutato nelle strade saranno al vostro fianco come membri iniziati dell'ordine; queste figure sono una notevole aggiunta al gameplay, se non del tutto necessarie, perché seno autonome negli scontri o colpiscono bersagli lontani con precisione mortale.

Gli assassini di alto livello non sono solo più "cool" ma sono anche più resistenti durante le lotte e, cosa ancora più importante, il senso di potere che danno al giocatore è sensazionale. Anche senza questi nuovi fratelli e sorelle, Ubisoft ha rimediato a uno dei grossi problemi dell'ultimo gioco: il combattimento. L'azione soddisfacente trova l'equilibrio perfetto tra le parate caute e difensive dei giochi passati e le nuove capacità offensive che sono letali.

Assassin' S Creed: Brotherhood: Un Sequel Avvincente!

La capacità di uccidere a catena dà a Ezio un vantaggio che è difficile da superare, ma che richiede sempre abilità e tempismo per arrivare a padroneggiarne l'esecuzione: le uccisioni in un sol colpo si legano in un danza macabra e la combinazione tra premere e tenere il pulsante di attacco vi permette di mischiare armi diverse in una sequenza ininterrotta.

Ogni arma è divertente da usare, tanto che mi sono ritrovato a cambiare il mio armamento solo per vedere le magistrali animazioni che accompagnano ogni cambiamento. Anche gli upgrade della villa di Ezio, guidata dai menu, sono stati ampliati e trasformati in una simulazione di economia più strutturata; quando Ezio arriva a Roma, la città è decaduta a causa degli abusi della famiglia Borgia.

Mentre Ezio si riprende la città, può ridarle vita investendo in negozi e banche e riparando gli acquedotti e i monumenti a pezzi. Questi rinnovamenti aprono nuove opportunità di acquisto e potrete vedere i risultati dei vostri sforzi che si riflettono nella popolazione e negli edifici del gioco: una piazza prima gremita di accattoni in attesa davanti ai negozi diventerà un mercato fiorente frequentato da signore eleganti. Anche se non ci sono moltissime missioni legate alla trama principale, ciascuna è disegnata per offrirvi un incontro specifico: le strutture delle missioni sono più coreografate che nei titoli passati e vi richiedono di passare da checkpoint specifici mentre seguite il vostro bersaglio.

La perdita della libertà però vale le scene grandiose che si aprono in questi percorsi, come ad esempio i pericolosi assalti a Castel Sant'Angelo in cui Ezio deve infiltrarsi anche se questa è la roccaforte più inespugnabile della città. Ogni missione ora ha una sfida "full sync" annessa, come uccidere un bersaglio con una certa arma, o raggiungere la fine della missione senza venire scoperti. Potete rigiocare ogni quest e quindi avrete molti motivi per tornare indietro e riuscire nell'uccisione perfetta.

Tante delle missioni secondarie sono ugualmente avvincenti, per esempio i labirinti di Romolo ricchi di puzzle che stanno sotto le strade di Roma oppure è la campagna in cui dovrete aiutare Leonardo con i suoi dilemmi da ingegnere. Benché la storia possa essere corta e l'intreccio non sia complesso come nell'ultimo gioco, il cast dei personaggi è accattivante, specialmente per quanto riguarda gli intrighi deviati e incestuosi della famiglia Borgia. La gran parte del gioco è incentrata sulla costruzione della vostra forza, con le ultime missioni che formano un cammino prevedibile verso l'eliminazione dei cattivi.

Il gioco finisce di colpo e dà la sensazione che Brotherhood potesse avere molte più sequenze. I giocatori passano anche più tempo con Desmond e i suoi compagni mentre scavano nei ricordi di Ezio; queste sezioni offrono un paio di divertenti livelli platform e la capacità di esplorare alcune location di Assassin's Creed Il 500 anni dopo. Se pensavate che la fine di Assassin's Creed Il fosse confusa, non avete ancora visto nulla. Tra un' altra puntata di La Verità e alcune svolte sorprendenti nella storia di Desmond, all’ora della fine scuoterete il capo frustrati.

Mi piacciono le cospirazioni alla base di Assassin's Creed, ma Ubisoft deve stare attenta a non rimanere intrappolata nella sua stessa fiction: c'è una linea sottile tra un buon mistero e il nonsense palesemente intricato. Come ciliegina sulla torta di questa massiccia esperienza per single player c'è il gioco multiplayer legato alla storia e diverso da tutti quelli a cui ho mai giocato. I Templari stanno usando le loro macchine Animus per addestrare nuove reciute e i giocatori assumono il ruolo di questi allievi per percorrere le strade dell'Italia rinascimentale mentre imparano le arti dell'inganno, dell'astuzia e dell'omicidio.

Nella modalità Ricercato, tesa e assai rigiocabile, i giocatori hanno ciascuno una vittima e un inseguitore: naturalmente dovrete uccidere il vostro bersaglio mentre evitate la caccia del vostro inseguitore. Questo semplice paradigma guadagna complessità perché incoraggia la cautela e ricompensa le uccisioni ben fatte richiedendo movimenti strategici ben ponderati più che l'abilità con le meccaniche. Da folli corse in giro per la mappa, i match si trasformano rapidamente in attenti giochi mentali contro i vostri avversari. Il sistema di progressione premia i vostri exploit con nuove skin del personaggio, abilità, bonus del punteggio e persino modalità di gioco: queste ultime di base sono delle variazioni del concept originale, ma comunque costituiscono un bel cambiamento di ritmo.

Ampliato con nuovo gameplay, storie, miglioramenti delle meccaniche e multiplayer, Assassin's Creed: Brotherhood è molto più che un'espansione. Anche se manca un po' del senso di scoperta e di novità che aveva caratterizzato Assassin's Creed Il, se guardate oltre le somiglianze superficiali scoprirete un bel po' di nuove sorprese. La serie resta una delle proprietà intellettuali più fantastiche della storia dei videogame e Brotherhood colma una lacuna essenziale nell'intreccio all'interno della storia basata sulla cospirazione. Nel momento in cui finite il gioco, non vedrete l'ora che esca l'inevitabile Assassin's Creed III.

Articolo scritto da Writeman - Vota questo autore su Facebook:
Writeman, autore dell'articolo Assassin' S Creed: Brotherhood: Un Sequel Avvincente!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Gran bell'articolo, WM!!!! ;)

Inserito 29 dicembre 2010 ore 23:45
 

Troppo buono, collega!!! ;D

Inserito 31 dicembre 2010 ore 12:17
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione