Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Attenzione Alle Truffe Con Assegni Circolari


29 novembre 2010 ore 14:52   di 1econ  
Categoria Altro  -  Letto da 5492 persone  -  Visualizzazioni: 8059

Fino a poco tempo fa gli assegni circolari erano un sistema di pagamento certo, infatti detti assegni sono emessi da una banca, e quindi coperti e sicuri. La Banca infatti addebita immediatamente sul conto corrente di chi richiede l’emissione l’intero importo dell’assegno. In sostanza se una persona va in banca e richiede un assegno circolare, deve avere la necessaria disponibilità già presente sul conto. Anche se sarebbe buona norma che tale disponibilità ci sia anche in caso di emissione di assegni bancari normali. Siccome però dall’alba degli assegni alcune persone hanno iniziato ad emettere assegni, senza l’adeguata copertura, gli assegni circolari sopperiscono al problema della copertura. Infatti la Banca non li emette se non c’è la disponibilità dell’importo.

Negli ultimi tempi, complice anche lo sviluppo delle tecnologie di stampa a basso costo (stampanti molto precise e ad alta risoluzione a colori per poche decine di euro), si è però diffuso un problema relativo agli assegni circolari. Infatti alcuni personaggi poco raccomandabili dotati di un computer e di una buona stampante anziché andare in Banca a far fare detta tipologia di assegni, se li stampano direttamente a casa, utilizzando magari anche assegni circolari veri, che vengono modificati oppure creandoli addirittura su un modello vero.


Inserzionando su Internet alcuni oggetti di medio valore, non è così raro che chi si finge acquirente proponga un assegno circolare come forma di pagamento. A me è capitato sia per una Mini, che per una 500 inserzionata per conto di un amico. Ma c’è chi sostiene capiti abbastanza frequentemente anche con altri oggetti esempio orologi di valore, gioielli e arredamenti. In sostanza vi arriva una telefonata e si presenta come acquirente una (o più persone) che senza interessarsi realmente all’oggetto (come invece farebbe un vero acquirente e questo deve far sorgere qualche sospetto), senza contrattare il prezzo dell’oggetto (e anche questo dovrebbe far sorgere un altro dubbio su chi sia realmente il nostro interlocutore) e spesso con una scusa il finto acquirente pone anche fretta di concludere (per esempio serve subito, o il giorno successivo per svariati motivi, cosa che dovrebbe far riflettere ancora sulle intenzioni dell’acquirente) e detto ciò vi offre come forma di pagamento un assegno circolare (di cui vi chiede immediatamente a chi debba essere intestato, di fatto raccogliendo così i vostri dati).

Attenzione Alle Truffe Con Assegni Circolari

Se continuate con la trattativa il giorno successivo si presenteranno due individui, con un assegno circolare dell’importo pattuito, che casualmente arriveranno da voi solo alle 16 del pomeriggio o più tardi (quando le banche sono chiuse), o spesso al Venerdì sempre tardo pomeriggio (per impedirvi di verificare l’assegno). Se proseguite la trattativa con personaggi del genere, perderete il vostro oggetto e vi troverete con un assegno circolare “contraffatto”, falso o di inconsistente valore.

Quindi fatevi dare il numero dell’assegno circolare e l’importo, PRIMA DELL’APPUNTAMENTO quindi chiamate in banca per verificare se l’assegno con quel numero è stato realmente emesso da una banca e per quale importo e chi è il destinatario. Sono dati che si possono vedere in tempo reale, se il numero non compare evitate ogni incontro. Attenzione anche all’importo per cui è stato emesso, la banca emittente infatti pagherà solo quell’importo. Se tutto vi è chiaro e tutto quadra proseguite, diversamente... abbandonate ogni trattativa.

Se vi capita di inserzionare la vostra vecchia auto o qualcosa di medio valore, prestate molta attenzione a questa tipologia di proposte. Ricordate che un acquirente serio non ha difficoltà a darvi informazioni, e solitamente chiede informazioni sulle condizioni e tratta un pochino sul prezzo. Ricordate di chiedere al potenziale acquirente un numero di telefono fisso, in cui voi dopo lo potete successivamente richiamare, in modo da verificare chi sia l’acquirente. Chiedete sempre di vedere un documento della persona prima dell’appuntamento, e andate agli appuntamenti sempre accompagnati da un amico o due e se le cose non vi sembrano chiare, trovate una scusa e dileguatevi, meglio tenere i propri oggetti che finire vittima di certi personaggi.

Articolo scritto da 1econ - Vota questo autore su Facebook:
1econ, autore dell'articolo Attenzione Alle Truffe Con Assegni Circolari
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • sergio e nives
    #1 sergio e nives

un futuro di felicita

Inserito 2 giugno 2014 ore 19:52
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione