Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Babilonia: Oasi Leggendaria


6 giugno 2011 ore 19:34   di inspired  
Categoria Altro  -  Letto da 604 persone  -  Visualizzazioni: 893

Nati, secondo la leggenda, per volere della regina assira Semiramide nel IX secolo a.C., in realtà i giardini pensili di Babilonia sarebbero stati costruiti dal re babilonese Nabucodònosor II intorno al 590 a.C.. Ma gli studiosi di oggi nutrono diversi dubbi sulla loro origine.

Alcuni storici ritengono che questi giardini pensili non siano mai esistiti in quanto non si trovano documenti che li descrivano ma gli archeologi hanno trovato alcuni resti presso le mura di Babilonia, oggi Iraq, che potrebbero sembrare volte di sostegno per le strutture pensili. Mentre i sistemi di irrigazione sono stati ricostruiti in base alle conoscenze idrauliche delle civiltà mesopotamiche.


La collocazione dei giardini è ignota ma forse dai giardini stessi si vedeva la biblica “Torre di Babele”, cioè la piramide a gradoni completata da Nabucodònosor II. Una parte della costruzione probabilmente era destinata ad ospitare animali: fagiani, cervi, pavoni, leoni e cinghiali rinchiusi in apposite gabbie. Mentre le piante più comuni erano rappresentate da palme da datteri e altri alberi da frutto.

I canali erano forse alimentati da un sistema “a cascata”: l’acqua dell’Eufrate veniva sollevata con secchi, ruote e carrucole fino alla vasca sulla sommità, da dove scendeva per gravità. Le canalizzazioni, che portavano l’acqua nei giardini, erano impermeabilizzate con canne, mattonelle e bitume. I terrazzamenti erano sostenuti da strutture ad arco alte fino a 25 metri ed erano costruiti con bitume, pietre e mattoni e al di sopra della pavimentazione in pietra era posata la terra per le piante.

I giardini pensili, stando alle fonti note, dovevano servire solo ad abbellire la città, erano aperti ai cittadini e pare che lo stesso sovrano vi si intrattenesse con le sue concubine. C’è però chi ritiene che all’origine dei giardini babilonesi ci siano le descrizioni di altre città, come Ninive, riprese dagli scrittori greci.

Babilonia: Oasi Leggendaria

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Babilonia: Oasi Leggendaria
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione