Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Barolo, Un Vino Italiano Da Scoprire E Conservare. Il Re Dei Rossi!


17 febbraio 2011 ore 18:08   di spaziovendita  
Categoria Altro  -  Letto da 710 persone  -  Visualizzazioni: 1413

Il Barolo è un vino rosso italiano storico, uno di quei vini che fa sempre fare bella figura a chi lo offre. Paradossalmente, per anni, ha avuto il ruolo precipuo di vino da collezione o da regalo. Il Barolo deriva dall’uva di Nebbiolo coltivata sulle colline di undici comuni delle Langhe albesi: nonostante il territorio sia piuttosto ridotto, vi si trovano condizioni di terreno, altitudine ed esposizione assai variabili, tanto che si ottengono dei vini Barolo assai diversi, a seconda della sottozona di produzione. Per sottolineare queste differenze e per fornire una carta d’identità completa al vino, è normale trovare in etichetta anche il nome del vigneto, detto anche ‘cru’.

E’ difficile dire quali siano i cru migliori: i vini che nascono nei comuni di La Morra e Barolo sono piuttosto garbati, dai profumi eleganti, intensi e non necessitano di lunghissimi periodi di maturazione; quelli dei comuni di Serralunga, Casiglione Falletto e Monforte sono più robusti, con profumi più delicati e tenui, e sono più longevi dei precedenti. Comunque anche assaggiando cento Barolo di ottima qualità, è difficile trovarne due uguali.
E’ bene sfatare il luogo comune che vuole il vino Barolo abbinato solo a piatti impegnativi. Il barolo è un vino poliedrico, adatto a essere consumato appena commercializzato o dopo decenni. Se è giovane, può accompagnare carne alla brace, arrosti e formaggi poco stagionati, quando è più maturo, esalta piatti come lo stracotto, il brasato, il coniglio in salmì e gli ossobuchi. Ma se avete la fortuna di imbattervi in qualche rara bottiglia di oltre 20 anni fa, consumatela a fine pasto, come vino da meditazione.


La temperatura ottimale per servirlo varia tra i 18° e i 20°. Per i Barolo di oltre 10-15 anni, può rendersi opportuna la decantazione, che si effettua facendo scendere lentamente il vino in una caraffa senza lasciar cadere l’eventuale sedimento. I bicchieri ideali sono ampi e panciuti per consentire un buon arieggiamento del vino e il conseguente miglior sviluppo dei profumi. Se la vostra intenzione è quella di conservare questo preziosissimo vino per molti anni, allora scegliete un locale buio e fresco. I Barolo delle migliori annate sono molto longevi e quelli delle aziende più famose possono acquistare un notevole valore collezionistico. Per un consiglio, è utile consultare una buona enoteca. Fino dal 1980 il Barolo è un vino DOCG ( Denominazione di Origine Controllata e Garantita) sottoposto a rigidissimi controlli qualitativi dal vigneto fino alla bottiglia. Può essere commercializzato solo dopo 3 anni di maturazione e gli anni diventano 5 nel caso delle Riserve prodotte, in genere, nelle migliori annate.

Una curiosità sul Barolo vuole che alla fine dell’800 il Barolo era un vino semidolce poco invecchiato. E’ stato grazie a Camillo Benso Conte di Cavour che, proprietario del Castello e delle tenute di Grinzane, assunse un famoso enologo francese che lo trasformò nel vino che oggi conosciamo.

Barolo, Un Vino Italiano Da Scoprire E Conservare. Il Re Dei Rossi!

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Barolo, Un Vino Italiano Da Scoprire E Conservare. Il Re Dei Rossi!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione