Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Concita De Gregorio: 'una Madre Lo Sa'


4 dicembre 2010 ore 14:25   di pennettainformata  
Categoria Altro  -  Letto da 844 persone  -  Visualizzazioni: 1279

Una raccolta di ventidue storie di maternità, di mamme, e non-mamme, che trovano difficilmente un appoggio nella società moderna. Una società che non comprende ma giudica e per di più sulla base di luoghi comuni, assurdi clichè, stereotipi nei quali le madri non possono riconoscersi. Perché ogni madre è diversa dall’altra, ogni bambino è diverso dall’altro e insieme tra loro creano un rapporto madre-figlio unico e irripetibile all’interno del quale le regole che si creano valgono solo e soltanto per quel tipo di rapporto. Tutto questo una madre lo sa.

Sono storie di amore, di luce e di gioia. Ma anche di ombra, grande depressione e solitudine. Perché tutti sono pronti a giudicare ma in pochi disponibili ad ascoltare, comprendere ed aiutare una madre in difficoltà. Il sottotitolo del libro “Tutte le ombre dell’amore perfetto”, la dice lunga sullo scopo dell’autrice: l’amore di una mamma per il proprio figlio, per quanto pieno e vero, è colmo di difetti. E proprio perché non esiste l’amore perfetto, così non può esistere la madre perfetta. E poi, perfetta per chi? A chi spetta giudicare?


Protagonista ricorrente delle storie narrate è “il coro”, ovvero gli altri. Tutte le persone che gravitano intorno alla mamma giudicandola se non interpreta il suo ruolo secondo quanto si aspettano, definendola una buona o cattiva madre solo sulla base delle convinzioni comuni e stereotipate, per niente adattabili, però, all’intero universo materno.
Ma al coro piace solo chi segue gli schemi sociali riconosciuti: se tuo figlio ti fa impazzire sei un mostro, se sei stanca e depressa allora sei inadeguata, se volevi un figlio e non è arrivato, era destino e devi rassegnarti perché allora forse non sei fatta per essere madre.

Un giudizio severo e senza pietà quello del coro, che contribuisce solo a far affondare la madre ancora di più nel suo universo di sconforto, nella solitudine del post parto e nella stanchezza che si accumula giorno dopo giorno. E allora inadeguata ti ci senti davvero, perché comunque la fai, la sbagli: sei troppo assente, sei troppo presente, troppo apprensiva oppure troppo superficiale, non sei abbastanza solare o lamenti la stanchezza e le paure legate al tuo nuovo ruolo.

Concita de Gregorio racconta la difficoltà e la fatica di essere madri in maniera diretta, senza veli, avvalendosi anche delle testimonianze di personaggi noti, da Brooke Shields a Valentina Vezzali, dalle mamme che uccidono alle mamme che adottano, a quelle che i bimbi li fanno nascere ma un figlio loro poi non lo fanno. Un libro toccante, una vera e propria denuncia contro gli stereotipi che gravitano intorno alla maternità.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Concita De Gregorio: 'una Madre Lo Sa'
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione