Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Convivenza: Come Farla Funzionare


13 giugno 2011 ore 23:39   di Favola_81  
Categoria Altro  -  Letto da 617 persone  -  Visualizzazioni: 852

La convivenza, intesa come condivisione con un'altra persona di uno spazio ambientale e temporale, è una delle "prove" più importanti e delicate all'interno di una storia d'amore. Spesso, rapporti instaurati da lungo periodo si sgretolano inspiegabilmente dopo il tentativo di convivere sotto uno stesso tetto. Come mai? In realtà, quando ci si trova a dividere la stessa casa e gli stessi spazi si innescano alcune dinamiche che non possono essere preventivate nè valutate in anticipo. A prescindere dal proprio pensiero circa la necessità di suggellare un'unione tramite la consacrazione religiosa-civile del matrimonio, è assolutamente importante da un punto di vista pratico "testare" l'equilibrio della coppia nella realtà quotidiana.

Innanzitutto occorre considerare che la coabitazione che si instaura nei fine settimana e durante le vacanze non è in nessun modo indicativa di un buon funzionamento del rapporto. I tempi, le pressioni, le dinamiche mentali e fisiche proprie del tempo libero sono parecchio lontane da quelle proprie della vita di ogni giorno. Trovare intesa nei gusti e nei ritmi vacanzieri è indispensabile per instaurare un legame spensierato e sereno con il partner ma è solo un buon inizio nel percorso della condivisione di vita.


Occorre considerare che convivere con un'altra persona significa permettere a quest'ultima di entrare a far parte della propria sfera più intima e personale (e viceversa). Bisogna partire dal presupposto che è inevitabile incontrare contrasti e discrepanze nei modi e tempi di affrontare la quotidianità. Superata l'euforia tipica delle prime fasi della convivenza (in cui il solo fatto della novità di poter avere al proprio fianco in modo continuativo la persona amata pone in secondo piano tutti gli aspetti "reali" della convivenza) bisogna prendere atto che convivere significa in primo luogo trovare un compromesso tra i 2 interessati.

La necessità di trovare un accordo sugli stili di vita è una condizione indispensabile per qualunque tipo di convivenza, non solo amorosa ma anche con un parente o un amico. Ragionevolezza, diplomazia e buon senso devono costituire le basi della situazione conviviale. Pretendete che l'altra persona rispetti le abitudini a cui non potreste rinunciare, non permettete a chi vi accompagna di privarvi di ciò che vi fa stare bene. Dovete partire dal presupposto che il partner è diverso da voi in parecchie cose: amare NON significa diventare una sola persona come molti sostengono...significa camminare nella vita uno a fianco dell'altro, con le proprie similitudini e diversità; nel momento in cui si annulla l'identità propria o dell'altro si inizia a demolire la coppia...

Se qualcosa non è di vostro gradimento o sentite la mancanza degli spazi che avevate anteriormente alla convivenza, esprimetelo tranquillamnet, l'importante è farlo con diplomazia e tatto. Mantenete gli spazi personali, le passioni e concedete queste indipendenze anche al partner. La persona amata farà altrettanto con voi; nei modi giusti, senza eccedere e sempre nel rispetto della coppia mantenete la vostra autonomia. Ciò alimenta i singoli e la coppia, è costruttivo. L'annullamento delle persone è distruttivo.

Rispettate i tempi dell'altro: non pretendete di muovervi all'unisono e di fare tutto sempre insieme. Se volete vedere la televisione, ascoltare la musica, riposare, leggere, fatelo da soli. Se l'altra persona avrà piacere di condividere con voi ciò che state facendo in quel momento vi accompagnerà. In caso contrario non significherà che non vi ama, solo che ha tempi ed esigenze diverse. Il partner apprezzerà il fatto di sentirsi libero di fare ciò che desidera , proprio come chiunque vorrebbe. Ricordate che ciò che fa "grande" un amore non è la quantità di tempo trascorso insiemem ma la qualità ed il desiderio che lo anima.

Non permettete alla quotidianità di logorare il vostro dialogo ed intesa mentale e fisica. Accettare come parte del rapporto di coppia lo stress, la stanchezza, la fatica ma ogni tanto ritagliatevi del tempo per parlare, confrontarvi, vedere un film, mangiare un gelato, passeggiare, coccolarvi. Cercate di ridere spesso e giocare. Divertitevi con l'altra persona.

Aiutatevi negli impegni che la convivenza pone. In base al tempo di entrambi dividetevi le incombenze. Non è necessario che la collaborazione sia ripartita esattamente a metà; l'importante è che ci sia. Se l'impegno è monodirezionale le cose non potranno funzionare e alla lunga la situazione porterà a malcontento ed attriti. Se c'è amore è bello collaborare.

Convivere con il compagno è una prova ardua ed impossibile solo per chi attribuisce a questa fase un valore errato: non si tratta di una vacanza fatta solo di baci e abbracci; va vissuta come la più bella possibilità che una coppia può regalarsi per concretizzare il proprio amore. Vanno accettate le componenti positive e piacevoli ma anche quelle meno semplici. E' importante non aspettarsi nulla dall'altra persona ma viverla senza paure e preconcetti accogliendo con entusiasmo tutto ciò che la convivenza comporta; solo in questo modo arriveranno nella coppia i baci e gli abbracci più veri, belli ad appaganti di tutta la storia d'amore...!

Articolo scritto da Favola_81 - Vota questo autore su Facebook:
Favola_81, autore dell'articolo Convivenza: Come Farla Funzionare
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • #1 

Tante, tantissime persone dovrebbero fare di questo articolo la loro Bibbia personale...!

Inserito 14 giugno 2011 ore 09:16
 
  • patty
    #2 patty

Concordo!Così dovrebbe essere per chi vuole veramente vivere in coppia. Brava.

Inserito 14 giugno 2011 ore 22:57
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione