Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Dal Colosseo Romano Alle Nuove Arene Televisive. Dopo Sarah Yara


1 marzo 2011 ore 18:12   di patrizia89  
Categoria Altro  -  Letto da 355 persone  -  Visualizzazioni: 532

E' stato trovato il cadavere della piccola Yara, pochissimi giorni fa le televisioni, internet sono pieni di foto della bambina 13 anni trovata a pochi chilometri dal luogo della scomparsa.La notizia data dalla televisione e giornali si è diffusa a macchia d'olio.

La rete, i social network sono invasi da link in memoria della piccola Yara, alcuni mesi fa era il turno di Sara, la giovane adolescente di Avetrana che come Yara era scomparsa, per poi essere ritrovata morta.


Sono stati mesi intensi, quelli ogni rete dedicava speciali e servizi, dove spesso il confine tra pettegolezzo e la notizia si è superato, il caso sembrava alla portata di tutti, una vera e propria tragedia spesso e volentieri trasformata da conduttori, inviati e italiani sempre più ficcanaso in un vero e proprio incontro tra gladiatori. Negli ultimi tempi si sono diffusi i primi effetti collaterali dei mezzi d'informazione, televisione ed internet le radio per ora sembrano esenti, o per lo meno avere una buona dose di anticorpi.Perché alla fine ogni moneta presenta una doppia faccia, quella che la televisione e anche la rete stanno presentando negli ultimi tempi non è delle migliori.

Volendo trovare un primo sintomo dell'amplificazione dell'emozioni, nel bene e nel male legate ad avvenimenti particolari penso che bisognerebbe partire dalla morte di ,Michael Jackson,'' il re del pop'', tristemente abbandonato in vita a causa di un accusa di pedofilia che alla fine si rivelò del tutto falsa , e ricordato, rimpianto, con tanto di falsh mob e omaggi corali che forse alla pop star avrebbero fatto piacere quando era in vita mentre ora non sono altro che l'espressione di una società sempre più superficiale, ed ipocrita qualcuno in questo caso direbbe: <<il valore delle persone si apprezza nel momento in cui queste vengono a mancare.>>

Ciò non proprio esatto nella società italiana degli ultimi anni dove sempre più spesso il valore delle persone che sia artistico, o più semplicemente umano può essere preso in esame solo per una logica legata al guadagno nel caso della televisione, e una superficialità, una civetteria della gente comune, che a causa dell'amplificazione propria dei mezzi di informazione fa degli italiani il popolo più spione d'Europa, se non del mondo.

Dal Colosseo Romano Alle Nuove Arene Televisive. Dopo Sarah Yara

Interessato solo ed esclusivamente al pettegolezzo, diventa telespettatore o meglio guardone di tragedie non solo di grandi artisti ma anche e sopratutto di persone comuni, come me, come voi che leggerete questo articolo, ma sopratutto come Sara e Yara, due vite stroncate, due vite sopratutto quella di Sarah (si spera non tocchi anche a Yara) messe così a nudo, alla merce di curiosi giudici e detective improvvisati che si sentono proprio in virtù di quell'amplificazione, in diritto o in dovere di giudicare, i tristi protagonisti diretti o indiretti della storia.

Dal Colosseo Romano Alle Nuove Arene Televisive. Dopo Sarah Yara

E così , i conduttori delle principali trasmissioni televisive, RAI e Mediaset si lanciano nella corsa per l'audience,inaugurando l'ennesimo Colosseo, al centro dell'arena vite spezzate, pochi mesi fa era il turno di Sarah ora è il turno di Yara, tra qualche mese sarà il turno di un altra vita, mentre Sarah e Yara saranno ombre gettate nel dimenticatoio.

E pensare che in paesi come l'Egitto, la Libia, la rete è stata il mezzo per una rivolta sociale che ha portato nel caso dell'Egitto alla caduta del regime di Mubarak, mentre per la Libia la rivolta è ancora in corso.

Articolo scritto da patrizia89 - Vota questo autore su Facebook:
patrizia89, autore dell'articolo Dal Colosseo Romano Alle Nuove Arene Televisive. Dopo Sarah Yara
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione