Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Energy Drink: Si, Ma Con Moderazione


7 maggio 2011 ore 14:33   di acquadalsole77  
Categoria Altro  -  Letto da 405 persone  -  Visualizzazioni: 617

Moda o esigenza che sia, sta di fatto che gli energy drink sono oggi la bevanda più richiesta dagli italiani, soprattutto dai giovani. Il boom dei consumi di queste bevande energetiche arricchite di caffeina e altri stimolanti, oltre a ginseng e vitamine, è riconducibile alle ottime campagne pubblicitarie che nel giro di qualche anno hanno fatto entrare queste bevande nel cuore dei giovani.

Piacciono perchè sono bevande energetiche ma non solo: nei consumi fuori casa sono diventati i protagonisti di un nuovo modo di consumare alcool. La tendenza del momento è di abbinarli a superalcolici lisci. Il risultato è che oggi i cocktail a base di energy drink e senza l'uso di sciroppi spopolano tra i giovani al bar, nei locali e nelle discoteche.


Tuttavia, l'uso di questa miscela nasce dalla voglia da parte chi la consuma, di una bevanda che abbia gli effetti euforizzanti dell'alcool ma che contemporaneamente non stordisca. Gli energy drink possono in effetti dare l'illusione di combattere efficacemente gli effetti sedativi dell'alcool, ma lo stato di ebbrezza viene piuttosto mascherato, mentre segnali come la fatica e la sonnolenza sono solo attenuati e restano in agguato.

A tale scopo, già dal dicembre 2007 la Società Italiana di farmacologia, ha richiesto al ministero della Salute di "imporre che sia aggiunta sulle etichette degli energy drink un'avvertenza che sconsigli l'uso in soggetti cardiopatici e ipertesi, avvertendo sui rischi derivanti dall'associazione con alcool".

Energy Drink: Si, Ma Con Moderazione

Articolo scritto da acquadalsole77 - Vota questo autore su Facebook:
acquadalsole77, autore dell'articolo Energy Drink: Si, Ma Con Moderazione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione