Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gioco D' Azzardo: Da Hobby A Patologica Dipendenza


26 settembre 2011 ore 18:25   di inspired  
Categoria Altro  -  Letto da 1212 persone  -  Visualizzazioni: 1927

I giocatori d’azzardo si possono classificare in due fattispecie: quelli che giocano saltuariamente e lo considerano un hobby e quelli che giocano sulla spinta di una forma di dipendenza. Il primo tipo è consapevole che il gioco può condurre a ingenti perdite di denaro ed è quindi in grado di fermarsi dopo qualche scommessa o un gratta e vinci ogni tanto. Chi appartiene invece alla seconda specie, considera il gioco come l’unica ragione di vita e per nessuna ragione al mondo riuscirà a fermarsi davanti alla pur minima possibilità di vincita che comunque non riuscirà mai a compensare le perdite subite.

Il confine tra queste due categorie di giocatori, è molto sottile. Infatti chi non rientra tra coloro che giocano saltuariamente, è molto probabile che sia un giocatore che soffre di dipendenza. In Italia la percentuale dei giocatori patologici è in continua crescita anche a causa della pubblicità che presenta il gioco come la miglior soluzione ai problemi economici: vera e propria illusione.


Il passaggio da giocatore saltuario a giocatore patologico, in genere avviene in tempi rapidi e in maniera non evidente. Infatti, a differenza delle dipendenze da droga o da alcol, chi perde somme di denaro riesce a nascondere la propria dipendenza. Trattandosi di una malattia, come tale deve essere curata, quindi dal momento in cui si ha il sospetto che una persona sia dipendente dal gioco d’azzardo, occorre intervenire immediatamente. Nel nostro Paese esistono centri di cura specialistici in cui operano psicologi e psicoterapeuti che valuteranno caso per caso il ricorso a terapie psicologiche o farmacologiche.

A peggiorare la situazione interviene anche internet che permette il gioco d’azzardo 24 ore su 24 e sono numerose le persone, in aumento giovani e donne, che iniziano a giocare anche solo per curiosità. Negli ultimi anni si è verificato un cospicuo aumento del ricorso ai giochi d’azzardo on line anche da parte di minorenni che riescono ad entrare nelle bische grazie all’aiuto di un adulto o utilizzando la carta di credito dei genitori.

Secondo scienziati americani, pare che a scatenare la dipendenza dal gioco d’azzardo sia il malfunzionamento dell’amigdala, una ghiandola collocata nel cervello, che agisce come freno inibitore ma se lesionata disinibisce oltre ogni limite i giocatori d’azzardo.

Gioco D' Azzardo: Da Hobby A Patologica Dipendenza

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Gioco D' Azzardo: Da Hobby A Patologica Dipendenza
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione