Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Graffi, Colpi Di Zampa E Appostamenti: Scopri Come E Perché Giocano I Gatti!


25 febbraio 2011 ore 17:47   di spaziovendita  
Categoria Altro  -  Letto da 1585 persone  -  Visualizzazioni: 3108

I proprietari di un gatto si riconoscono lontano un miglio. Perché hanno i baffi lunghi come quelli del loro micio? No! Basta guardare le loro mani: il più delle volte sono piene di graffi!
I gatti, infatti, giocano con la mano del proprio padrone come con un loro simile: via libera quindi a colpi di zampa e ai morsi!

Se quando giochi con il tuo gatto ne esci con qualche graffio, non preoccuparti perché questo non vuol dire che l’animale è aggressivo. Il gioco tra simili o con l’uomo rappresenta per loro solo un modo per affinare i riflessi e mantenersi sempre attivi.


I gatti cominciano a giocare tra loro intorno all’età di tre settimane: iniziano a coordinare i movimenti, successivamente a fare dei piccoli saltelli e a sollevarsi sulle zampe posteriori.
Quando un gattino riesce a grattarsi l’orecchio con la zampa, vuol dire che è pronto a giocare con gli altri piccoli della nidiata.
Ecco allora gli assalti, i colpi di zampa, i salti gli uni addosso agli altri, gli agguati e le capriole. Tanto movimento però fa consumare molte energie: se quindi vedi il tuo gatto scatenarsi in una zuffa e un secondo dopo bloccarsi di colpo per iniziare un riposino non ti preoccupare, è normale!
I gatti, in genere, dedicano al gioco brevi momenti (ma molto intensi!) ripetuti più volte nella giornata.

Graffi, Colpi Di Zampa E Appostamenti: Scopri Come E Perché Giocano I Gatti!

I giochi di lotta non sono altro che rudimentali forme di combattimento e di aggressione che avvengono tra gli adulti. Giocando a fare la lotta i gattini imparano ad attaccare, a schivare i colpi e a fare gli agguati: ma il vantaggio del gioco è che non provoca dolore o ferite! Un gatto che ha giocato poco (per esempio un cucciolo allontanato troppo presto dalla mamma e dai fratelli o che si è smarrito) o per il quale il gioco è stato troppo duro (è il caso di un gattino che ha subito degli attacchi violenti da parte di un fratello eccessivamente estroverso) una volta adulto può diventare ansioso, aggressivo e facilmente irritabile. E’ il caso di gatti difficilmente avvicinabili, che evitano il contatto con gli estranei e che attaccano, quando non possono fuggire, la mano che vuole accarezzarli, anche se è quella del padrone!

Come evitare i danni e i dispetti di un gatto lasciato solo a casa?
Prima di tutto mettigli a disposizione un tiragraffi, che trovi nei negozi di accessori per animali, o un piccolo tronco di legno.
Se miagola in continuazione tieni la radio accesa: si sentirà meno solo.
Lascia in giro i suoi giochi, come palline di gomma, topi di peluche e tappi di sughero: lo terranno impegnato.
Ma soprattutto non pensare che un gatto, a differenza di un cane, sopporti meglio la solitudine perché nessun animale(come nessuna persona!) sopporta di stare troppo a lungo da solo!

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Graffi, Colpi Di Zampa E Appostamenti: Scopri Come E Perché Giocano I Gatti!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione