Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Guerra S. P. A


17 luglio 2011 ore 21:59   di Ominoqualunque  
Categoria Altro  -  Letto da 611 persone  -  Visualizzazioni: 1275

Anche se i mezzi di informazione ufficiali ci danno notizia di una o due guerre che si stanno consumando in medio oriente e africa, nel mondo attualmente sono in corso più di 30 conflitti armati, o come più comunemente chiamati guerre.

Oltre ai grandi conflitti sono presenti i "low density conflicts" o "conflitti a bassa intensità" , cioè operazioni di antisovversione e terrorismo.Non c'è una vera e propria lista ufficiale dei conflitti, ma di questo se ne occupano organizzazioni umanitarie e siti di informazione più o meno accreditati.


Questa è una lista aggiornata tratta dal sito Peacereporter. Liste simili si possono trovare nei siti di organizzazioni umanitarie ad esempio Amnesty International Italia .

Guerra S. P. A

Adesso però non mi occuperò di approvare o meno le guerre, o le nuove metodologie di aggressione, le "guerre preventive" e "missioni di pace" inventate negli ultimi anni.
Qui mi occuperò di analizzare il giro d'affari che ruota attorno alle guerre.
La GUERRA S.P.A. ha vari rami di competenza con cui operare.
Il più conosciuto e intuibile è il MERCATO DELLE ARMI.

Guerra S. P. A

GUERRA S.P.A.: IL MERCATO DELLE ARMI

Anche un bambino sa che per fare una guerra ci vogliono armi.Nel mondo ci sono molti paesi che producono armi e alcuni le vendono ad altri paesi.

QUALI PAESI ESPORTANO ARMI? C ' è una lista in una pagina di wikipedia ( vai alla lista ) , le informazioni vengono direttamente dallo Stockholm international Peace Research Institute. Le cifre indicate si riferiscono a contratti di milioni di dollari.

Come vediamo, per esempio, gli Stati Uniti nel 2010 hanno fatto contratti di esportazione di armi per un valore di 8641 milioni di dollari DICHIARARTI. Questa cifra si riferisce al contratto, mentre la reale "consegna" dei prodotti può avvenire nell'arco di anni a seconda del contratto. Ad esempio 1000 milioni di dollari di armamenti rateizzati in 200 milioni all'anno per cinque anni.

Ed ora, la lista dei maggiori IMPORTATORI di armi ( vai alla lista) Qui le cifre si riferiscono a milioni di dollari e al valore dei contratti di armi importate DICHIARATE. Come possiamo vedere i paesi sviluppati vendono le armi ai paesi in via di sviluppo.E' importante osservare anche che la vendita di armi non si riferisce solo ad aerei,carri armati, pistole, armamenti biologici, chimici o nucleari, ma anche ad addestramenti di attacco, difesa, guerriglia, e tecnologie militari.

PAGAMENTI
Nel mercato delle armi i pagamenti non sono quasi mai in soldi, ma si traducono in
pagamenti in beni che il paese compratore produce o in costruzioni di impianti industriali.
Un esempio può essere quello dei paesi produttori di petrolio,
che pagano con questa loro risorsa le armi dai paesi esportatori.
Nel caso di paesi che non producono risorse primarie vengono aperti mercati nel paese venditore.
Questa modalità di scambio è chiamata "offset" ed è una occasione di grandi sviluppi di
posti di lavoro e benefici economici.

CONCORRENZA
Come nel mercato di beni di consumo, anche nel mercato mondiale di armi ci sono differenze di prezzi
che variano a seconda delle tecnologie utilizzate, e dei paesi esportatori.
Per fare un esempio, Un aereo da guerra prodotto in Italia o Stati Uniti D' America qualche anno fa
costa molto di più di un nuovo modello prodotto in Russia e Cina. Per questo,e per motivi geopolitici
questi due paesi sono i maggiori esportatori d'armi nei paesi del medio oriente.

Facendo queste ricerche nel web sono rimasto stupito di quanto sia difficile trovare fonti attendibili
riguardo a prezzi di armi o a movimenti commerciali in armamenti.
Cercando un po' però ho trovato i dati sugli armamenti della Libia.
Su questa pagina del Guardian ( vai alla pagina ) si possono leggere
molti dati ufficiali interessanti sulle esportazioni di armamenti alla Libia fino al 2009.
La cosa interessante è che il paese con maggiori esportazioni di armamenti alla Libia
è L' Italia, seguita da Francia, Inghilterra e Germania. L'Italia la fa da padrona nell'esportazione di aerei militari
ma Francia, Inghilterra e Germania hanno esportato in Libia anche armamenti radioattivi, chimici e gas.

Un' ultima sorpresa è che l'Italia nel 2010 ha esportato più di 100 milioni
di euro di armi alla Libia
(fonte: Rapporto annuale sui lineamenti di politica di governo in materia dell'esportazione,
dell'importazione e del transito dei materiali d'armamento
). Ricordo che la prima operazione militare in Libia
da parte dei Paesi Alleati è iniziata nel Marzo 2011.

GUERRA S.P.A.: RICOSTRUZIONE

La "GUERRA S.P.A." non prospera soltanto con gli introiti ed il giro di affari prodotto dalla
vendita di armi. Questo è solo una parte dei processi di business.
Quando c'è una guerra convenzionale,(cioè uno o più stati bombardano o invadono un un'altro stato),
oltre ad uccidere persone,distruggono case, edifici, strade, ponti che a guerra finita bisognerà RICOSTRUIRE.
E qui entra in gioco il ramo della RICOSTRUZIONE. Il funzionamento è semplice: gli Stati che hanno distrutto le case, poi le ricostruiscono.
E più hanno bombardato, più hanno "diritto" di ricostruire. Sembra un controsenso ma è proprio così.
E non è una cosa fatta di nascosto ma un procedimento ufficiale e accettato.

Prendiamo ad esempio la GUERRA IN IRAQ.
Al termine della guerra in Iraq c'erano 18,6 milioni di dollari di appalti per la ricostruzione.
L'agenzia americana USAID (Agenzia americana per lo sviluppo internazionale) ha stilato un rapporto
con una lista di 63 Paesi che potevano partecipare alle gare d'appalto per la ricostruzione.
Nella lista non erano presenti i cosiddetti "Paesi nella lista nera USA", cioè Paesi con rapporti veri o
presunti con il terrorismo, e i Paesi che non avevano appoggiato
l'invasione dell'IRAQ: FRANCIA, GERMANIA E RUSSIA. Alcuni appalti erano già stati assegnati
ad agenzie americane senza possibilità di "gara" e alri sarebbero stati divisi tra tutti. E non è tutto, alcuni appalti
ERANO GIA' STATI ASSEGNATI AD AGENZIE AMERICANE ANCORA PRIMA DELLO SCOPPIO DELLA GUERRA.
Per maggiori informazioni ecco il sito dell'USAID: www.usaid.gov .

Questo ci dimostra come funziona il ramo RICOSTRUZIONE , se bombardi ricostruisci. Una domanda: le ricostruzioni includono anche gli edifici distrutti da errori di bersaglio dei missili lanciati dai super tecnologici caccia-bombardieri? Non lo so.

Questi sono solo i 2 RAMI PRINCIPALI della GUERRA S.P.A. che continua ad allargare il suo giro d'affari ogni anno.
Oltre a questi bisognerebbe analizzare i vari fattori politico/economici che legano i vari Paesi tra loro, le MOTIVAZIONI DISCUTIBILI che danno inizio alle guerre, e la strana coincidenza che fa sì che le ultime GUERRE CONVENZIONALI orchestrate da U.S.A. e NATO siano state sempre in territori con risorse PETROLIFERE o importanti contratti riguardanti GAS.

Per concludere vorrei solo aggiungere un' ultimo dato ufficiale: IL BUDJET DEL 2011 DESTINATO ALLE MISSIONI
DI GUERRA
E PROGRAMMI MILITARI DEL DIPARTIMENTO DI DIFESA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA E' DI 725 MILIARDI DI DOLLARI. LA FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l' alimentazione e l' agricoltura ), ha stimatoche per SCONFIGGERE LA FAME NEL MONDO e rilanciare l' agricoltura ad un livello globale SERVIREBBERO 30 MILIARDI L'ANNO.

Articolo scritto da Ominoqualunque - Vota questo autore su Facebook:
Ominoqualunque, autore dell'articolo Guerra S. P. A
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione