Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese


14 gennaio 2011 ore 08:29   di kekere  
Categoria Altro  -  Letto da 2382 persone  -  Visualizzazioni: 3940

Pochi misteri hanno dimostrato, nei confronti degli assalti della scienza, la stessa impenetrabilità del segreto di Antonio Stradivari, il famoso liutaio cremonese vissuto a cavallo tra il XVII ed il XVIII secolo, che da 300 anni si cela dietro la voce incomparabile di oltre 1000 violini fabbricati.

Artigiani di vari paesi hanno cercato di ricreare il tono, la potenza e la belllezza impareggiabili dei suoi migliori strumenti; ma nessuno c'è veramente riuscito, ed ecco la ragione per la quale un Stradivario oggi ha un suo prezzo.


Ce n'è quanto basta per stimolare l'ambizione di un giovane scienziato intraprendente, che avrebbe ai suoi piedi le più grandi orchestre del mondo se riuscisse a costruire un violino migliore di quelli di Stradivari; ma è più facile dirsi che a farsi.

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese

Dal punto di vista della struttura un violino è soltanto una scatola di legno - sopra in genere abete, sotto acero - che raccoglie parzialmente un volume d'aria ed ha una delle superfici percorsa da corde di metallo o minugia di pecora intrecciate a filo d'argento o di alluminio.
Ma ciò sarebbe come dire che La Gioconda è un insieme di colori stesi col pennello su un foglio di pioppo.
Il timbro caratteristico di un violino dipende anche da migliaia di variabili assocciate alla natura del legno, alla forma dello strumento, al tipo di riempitivo e di vernice.
Gli strumenti e le forme sono conservati nel museo di Cremona, dove il grande liutaio visse e lavorò, ma la tecnica da lui adottata rimane un enigma.
Nessuno è riuscito ad individuare il tipo di trattamento al quale sottoponeva il legno o la qualità della vernice che usava.
La potenza del suono dello strumento è data dalla rigiddità del legno, ma un violino di prim'ordine ha anche bisogno di un alto grado di smorzamento ( uno degli effetti che si ottengono con la vernice, per esempio, è una riduzione delle vibrazioni ) che ne ammorbidisca ed addolcisca il timbro.

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese

Il problema è che un violino smorzato perde naturalmente in potenza di suono, che diventa invece alto e stridente se l'attenuazione non viene apportata: il segreto quindi sta nel tenere la via di mezzo.
Riuscirci però è talmente difficile che lo stesso Stradivari azzeccava un superviolino solo di tanto in tanto.
Nel corso della sua lunga vita il grande cremonese costruì forse 1000 violini, oltre a viole e violoncelli.
Dei circa mille violini realizzati da Antonio Stradivari ne restano ancora 600, valutati la cifra di cinque milioni di dollari ognuno.
Degli archi fabbricati dal suo diretto concorrente in vita e in morte, il meno noto Guarneri del Gesu', ne restano 140, ritenuti dagli esperti più o meno di eguale valore.
Dei circa 600 Stradivari ancora esistenti nel mondo, una decina sono in circolazione in Italia, ed appartengono ad enti pubblici o a privati.
Tra i più famosi del primo gruppo figurano il Toscano, di proprietà dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma; Il Cremonese 1715, già del celebre violinista Joseph Joachim e donato negli anni sessanta al Comune di Cremona; il Medicci, in possesso del Conservatorio di musica Luigi Cherubini di Firenze; ed il Rivaz 1707 del collezionista genovese Enrico Costa.

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese

Fra quelli appartenenti a privati, il più noto è il Van Houten-Kreutzer, dal nome dei due precedenti proprietari ( al secondo il violinista Rudolphe, Beethoven decdicò la celebre sonata in la maggiore ).
Il suo attuale proprietario, Uto Ughi, lo utilizza quasi sempre per i suoi concerti.
Celebre è rimasto il caso di una nobildonna che, pur convinta a prestare alcuni strumenti della sua colezione ( Stradivari inclusi ) per un concerto di beneficenza, fu costretta, per richiesta della ditta assicuratrice, ad organizzare una carovana di sette automobili ( incluse due dei Carabinieri ) ed a dotare di adeguata guardia del corpo ognuno dei cinque strumenti prestati.

Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Il Segreti Di Stradivari, Il Celebre Liutaio Cremonese
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Avvincente sia per esperti che per semplici curiosi!

Inserito 14 gennaio 2011 ore 11:16
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione