Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Serpente A Sonagli Tra Realtà, Leggende E Credenze Popolari


16 marzo 2011 ore 02:59   di kekere  
Categoria Altro  -  Letto da 4203 persone  -  Visualizzazioni: 7253

Gli uomini sono sempre stati inclini a vedere gli altri esseri che popolano la Terra attraverso un velo di leggende e di credenze popolari, ma raramente le superstizioni sono state così tenaci come nel caso del serpente a sonagli o crotalo ( dal nome di un strumento musicale dell'antica Grecia, che produce un suono crepitante, simile a quello delle nacchere ).

Come sempre, l'ignoranza ha generato una paura profonda, irragionevole: ogni estate, nei paesi del Nuovo Mondo, in cui i crotali abbandonano, più di una scampagnata finisce male per il terrore che ispirano questi serpenti, considerati animali malvagi ed astuti, irriducibili nemici dell'uomo.


In realtà, il serpente a sonagli è timido, prudente; non ha il cervello tanto sviluppato da essere astuto; e quanto al suo presunto odio per l'uomo, anche se reagisce verso di lui come contro ogni altro essere grosso e minaccioso, non si vede in che modo avrebbe potuto sviluppare questo sentimento, dato che il primo uomo che vede è di solito anche l'ultimo.

Il Serpente A Sonagli Tra Realtà, Leggende E Credenze Popolari

I soli fatti sulla vita del crotalo generalmente conosciuti sono che ogni anno esso aggiunge un sonaglio alla coda, che si crogiola al sole più torrido, che è rapido e che il suo morso è mortale.
Nessuno di questi fatti corrisponde a verità.
Il numero dei sonagli ha ben poco a vedere con l'età del serpente, l'animale muore in breve tempo se la temperatura ambiente sale oltre i 40 gradi, e si muove con tanta lentezza che è pericoloso soltanto quando non lo si vede.
Non attacca mai fulmineamente: è più lento ad avventarsi che un uomo a sferrare un pugno, e sebbene i suoi morsi siano pericolosi, specie per i bambini, non sono quasi mai mortali.
Ciò nonostante le leggende sui serpenti a sonagli fioriscono ovunque essi si trovano: e cioè praticamente in tutti gli Stati Uniti e nel sud America fino all'Argentina.
Alcune superstizioni sono inocue come quella per cui molti mandriani nel West usano circondare il letto con una corda di crini di cavallo per proteggersi dal pericolo quasi inesistente di un serpente a sonagli tra le coperte.
Altre possono anche essere dannose, come la credenza popolare che il crotalo colpisca soltanto quando è arrotolato, e mai dal basso all'alto: in realtà esso si avventa da qualsiasi posizione ed in qualsiasi direzione.
I serpenti a sonagli hanno sette vite, come i gatti, è un vecchio detto che non si scosta molto dalla verità e ammonisce che sono pericolosi anche dopo morti.
Si dice che il crotalo anche se decapitato, la testa può colpire e scaricare il suo veleno anche dopo un'ora, ed il serpente, come si dice, muore solo dopo il tramonto: i corpi decapitati hanno continuato a divincolarsi anche per sei ore, ed i cuori a pulsare per un giorno intero, e spesso anche due.

Il Serpente A Sonagli Tra Realtà, Leggende E Credenze Popolari

Molti credono che il serpente ferito si dia la morte mordendosi, indubbiamentre quando è messo alle strette l'animale si divincola avventandosi contro qualsiasi cosa, anche contro il proprio corpo: ma il crotalo è praticamente immune dal proprio veleno.
E' raro che si avventurino all'aperto se il termometro scende sotto i 18 gradi; intorno ai 7 gradi sono così intorpiditi che riescono a malapena a muoversi, e nei climi freddi cadono in letargo fino al ritorno della buona stagione.
I serpenti sono ovipari, le femmine dei crotali trattengono le uova dentro di se finchè si schiudono e mettono al mondo la prole viva, in un periodo che va dai cinque ai diciotto mesi.
I serpentelli nascono già muniti di veleno e cominciano presto a cibarsi di lucertole e di altre prede di altro tipo similare.
Sebbene i crotali vedano bene a distanza limitata, sono sensibilissimi alle vibrazione del terreno, ma hanno terminazioni nervose sensibili al calore che possono colpire animali a sangue caldo, con estrema precisione, anche al buio e sono totalmente privi di udito.
Le dimensioni variano dai sessanta centimetri ai due metri, e possono vivere fino a venti anni.
Ogni anno saranno probabilmente morse dai serpenti da 2000 a 3000 persone, e di queste ne morranno l'un per cento, ma se volete che il crotalo vi rispetti, rispettatelo anche voi.

Il Serpente A Sonagli Tra Realtà, Leggende E Credenze Popolari

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Il Serpente A Sonagli Tra Realtà, Leggende E Credenze Popolari
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione