Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Kitchen Di Banana Yoshimoto:


23 febbraio 2016 ore 17:07   di Rem_tene_verba_sequentur  
Categoria Altro  -  Letto da 282 persone  -  Visualizzazioni: 395

Ci appare come un libriccino molto sottile, circa 130 pagine. 130 pagine scritte con un linguaggio semplice e leggero, che racchiudono però significati molto profondi, dove i grandi temi della morte, della tristezza, e della paura che nella vita prima o poi si è costretti ad affrontare, si accompagna alla fantascienza, alle atmosfere tranquille, serene, malinconiche che contraddistinguono alcuni dei manga più famosi. Infatti credo che dal nome sia facile capire che l'autrice è giapponese, che il libro è ambientato in Giappone. Spesso, a seconda delle edizioni, nel libro si trovano due racconti accompagnati: kitchen e moonlight shadow, la tesi di laurea della Yoshimoto che io ho apprezzato particolarmente. Ma analizziamoli separatamente.

Kitchen è il titolo del romanzo, e prende spunto dalla fissa per le cucine che la protagonista ha da sempre avuto. Mikage è un'orfana, che alla morte della nonna si ritrova sola, a contatto con la profonda realtà della morte che ha imparato a conoscere troppo presto: nella sua vita entrano Yuchi e sua madre Eriko, dai quali mikage va a vivere per un periodo, mentre ricerca nuovi equilibri emotivi.


Il romanzo si incentra in particolare sulla relazione tra Mikage e Yuchi, ma se vi aspettate una storia d'amore fatta di colpi di fulmine e baci appassionati rimarrete delusi, quello che ci appare è in realtà un romanzo psicologico, che si presenta scorrevole nella natura e per niente pesante o complicato, ed in questo differisce dalla maggior parte dei romanzi psicologici, che inoltre ci delizia con ricordi e scene di quotidianità, abitudini e aspetti di una cultura molto diversa dalla nostra.

Per quanto riguarda moonlight shadow è un piccolo raccontino: scriverne la trama mi sembra sinceramente una privazioni di molti degli aspetti che lo rendono particolarmente bello. Il tema principale è ancora la morte, la fredda malinconia e la tristezza che lascia nell'animo umano, ma anche il desiderio e il costante bisogno per l'uomo di superarle per tornare a vivere davvero. Da leggere tutto di un fiato.

Articolo scritto da Rem_tene_verba_sequentur - Vota questo autore su Facebook:
Rem_tene_verba_sequentur, autore dell'articolo Kitchen Di Banana Yoshimoto:
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione