Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Cultura, La Civiltà Della Crisi E Aristotele


15 dicembre 2014 ore 19:07   di heinz  
Categoria Altro  -  Letto da 413 persone  -  Visualizzazioni: 606

Tutti parliamo di "cultura". Ma che cos’è la "cultura"? La parola "cultura" ha una sua storia interessante, che forse vale la pena di conoscere. Ecco qualche indicazione sugli sviluppi del suo significato attraverso i secoli, fermo restando che il problema della nozione di "cultura" è estremamente complesso e pertanto difficile a risolversi nell’ambito di un breve articolo. La parola "cultura", derivata dal latino "cultum", ha le sue radici nel verbo latino "colere" ("coltivare"), ed entrò nel linguaggio antropologico tra la fine del medioevo e l'età moderna. In analogia con il campo semantico da cui essa deriva, inerente l’agricoltura, il termine indica gli elementi che costituiscono il "profilo vitale" di un popolo, e che diventano, nel corso del tempo, un patrimonio da trasmettere attraverso l’educazione.

Sotto questo profilo, "cultura" è un termine che, per quanto sia stato oggetto di ripetute definizioni e limitazioni in ambito scientifico, ha finito per assumere un valore onnicomprensivo, connotando l’insieme delle conoscenze , delle credenze e delle abitudini di un popolo. Nel corso del XX secolo, si è venuto a sovrapporre a tutto ciò il concetto di "cultura materiale", comprendente l’insieme delle operazioni produttive e delle modalità di soddisfazione dei bisogni materiali.
Quanto appena detto, potrebbe far pensare al termine "cultura" come ad una parola puramente "descrittiva", nel senso che essa identificherebbe "soltanto" le particolarità della cultura dei diversi popoli, senza però dare una valutazione in termini di preferenza o di superiorità; si tratterebbe, insomma, di una parola che analizza le diverse culture con spirito relativistico, come quando le scienze umane distinguono tra culture evolute e culture primitive, senza però negare a queste ultime la validità storica dei loro costumi.


Nel linguaggio contemporaneo, tuttavia, la parola è stata arricchita dalla lingua francese con "civilisation", termine utilizzato a partire dall’Illuminismo, e che comprende in sé non solo il concetto di "civiltà", ma anche quello di "progresso " della civiltà stessa. Ciò permise agli illuministi, ma anche agli intellettuali del XIX° secolo, di parlare di popoli che possiedono o, al contrario, " non hanno" "cultura", nel senso che si tratterebbe di società "statiche" e non "progressive".

La Cultura, La Civiltà Della Crisi E Aristotele

Verso la fine dell’800, e specialmente dopo la Prima Guerra Mondiale, una simile connotazione è adombrata in modo particolare nella parola tedesca "Kultur", che sottintende (ma neanche tanto velatamente) un giudizio di "superiorità" della cultura occidentale (e di quella tedesca in particolare) rispetto a "tutte" le altre culture. Ma qui entriamo nel campo delle ideologie, più o meno totalitarie. Comunque, come abbiamo potuto vedere, il termine "cultura" si arricchì di nuovi e diversi significati nel corso dei secoli: staremo a vedere quali mutamenti subirà la parola nella nostra epoca, contraddistinta dalla globalizzazione e da una "civiltà della crisi" talmente potente da far supporre che anche le tradizionali concezioni della "cultura" saranno travolte. Poco, ma sicuro, perché, come diceva il sempreverde Aristotele, l’uomo, oltre che uno "zoon politikon", un "animale politico" , è anche uno "zoon logon", come a dire: "Un animale che possiede la parola".

Articolo scritto da heinz - Vota questo autore su Facebook:
heinz, autore dell'articolo La Cultura, La Civiltà Della Crisi E Aristotele
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione