Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Donna Presso Celti E Germani. Compagna, Guerriera O... Strega?


29 giugno 2011 ore 09:48   di KungFuGirl  
Categoria Altro  -  Letto da 1753 persone  -  Visualizzazioni: 4292

Una donna che preparava il cibo e si occupava delle faccende dell’intera famiglia, ma che non esitava a contrastare il suo uomo, che conosceva le erbe e le piante medicamentose e che non temeva di lanciarsi in battaglia. Questa era la tipologia di donna di cui scrissero tanto Giulio Cesare quanto Tito Livio parlando delle popolazioni celte e germane, non senza sorpresa.

In effetti la donna rivestiva, presso le cosiddette civiltà barbare, un ruolo tutt’altro che secondario: nella società celta le donne godevano di diritti paritari rispetto agli uomini, potevano combattere al loro fianco e persino farsi strada da sole verso il potere e la ricchezza.


Il matrimonio - anche se sarebbe forse più corretto parlare di unione - era celebrato e festeggiato come la decisione di due individui che si erano scelti liberamente e, se da un lato è vero che la donna portava con sè una dote, altrettanto vero è che il marito doveva versare anche lui il corrispettivo ed i beni venivano poi gestiti in comune dalla coppia.

Presso il Museo di Antichità di Torino è conservato il corredo funerario proveniente da una vasta necropoli rinvenuta e scavata nei pressi di Oleggio e risalente alla fine del II secolo avanti Cristo, Si tratta di un ricco corredo funebre, costituito da una lunga spada in ferro protetta da un fodero dello stesso materiale, una lancia con punta a lama fogliata, un coltellaccio e diverso vasellame in materiale ceramico. La grande quantità di armi presenti ha subito fatto pensare che si trattasse della tomba di un guerriero, ma sul fondo di un piatto è stato trovato un graffito indicante il nome Rikanas, che significa “della regina”, il che ha fatto avanzare l’ipotesi che possa trattarsi del corredo di una donna di elevato rango nella comunità dei celti insubri, forse una regina guerriera.
La Donna Presso Celti E Germani. Compagna, Guerriera O...  Strega?

Coraggiose e indomite in battaglia, consapevoli del proprio valore e per nulla disposte a sottostare ai capricci altrui, conoscitrici delle proprietà medicamentose delle erbe e dei segreti della natura, celebratrici del numinoso e del misterico che si manifesta in alberi ed animali selvatici, le donne celte vennero facilmente definite streghe al sopraggiungere del cristianesimo. Le streghe, infatti, secondo la tradizione cristiana che ebbe il sopravvento, vivono nei boschi, preparano pozioni capaci di guarire oppure di uccidere, possono comprendere il linguaggio degli animali. Un fraintendimento culturale facile da comprendere, oggi, ma comunque difficile da giustificare, soprattutto in considerazione delle ripercussioni, in termini di vite umane, che l’Inquisizione ebbe sulla Storia europea.
La Donna Presso Celti E Germani. Compagna, Guerriera O...  Strega?

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo La Donna Presso Celti E Germani. Compagna, Guerriera O...  Strega?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione