Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Massoneria Grande Oriente D' Italia Richiede Un Annullo Speciale A Poste Italiane


4 aprile 2011 ore 13:05   di AntonioNurra  
Categoria Altro  -  Letto da 551 persone  -  Visualizzazioni: 1148

Il 16 aprile 2011 presso l' Hotel Royal Carlton di Via Montebello 8 a Bologna in occasione del convegno organizzato dall' Associazione Italiana Filatelia Massonica e dalle 9.30 alle 14.30 sarà possibile annullare la propria corrispondenza con un timbro voluto dal Grande Oriente d'Italia.

Questi è un'organizzazione massonica che risale al 20 giugno 1805 e con i suoi 22.000 iscritti rappresenta la più numerosa comunione massonica italiana. Il convegno che accompagna la concessione dell'annullo speciale si prefigge di essere uno dei tanti appuntamenti previsti per il festeggiamento dei 150 anni di unità d'Italia.


La Massoneria ebbe infatti un ruolo rilevante durante i moti risorgimentali del 1848 durante i quali, dopo un precedente periodo di assopimento, ritrovò nuovo vigore nei principi di libertà, uguaglianza e fratellanza propagandati dagli insorti. Durante i primi anni del 1900 però, vi fu però uno scisma tra chi considerava fondamentale anche l'anticlericalismo e chi, al contrario, anelava ad un maggiore avvicinamento alla chiesa.

La Massoneria Grande Oriente D' Italia Richiede Un Annullo Speciale A Poste Italiane

Dallo scisma nacque quindi la Gran Loggia d'Italia ma nel febbraio del 1911 il Grande Oriente d'Italia acquistò il famoso Palazzo Giustiniani dove istituì la propria sede e per tale motivo è chiamata anche “Grande Oriente d'Italia - Palazzo Giustiniani” Se pure attualmente il Grande Oriente d'Italia sia paragonabile ad una semplice associazione che ha come ragione d'essere lo stimolo alla tolleranza, alla pratica della giustizia ed aiuta materialmente i bisognosi promuovendo l'amore per il prossimo e la fratellanza universale purtroppo in molti evoca le vicende che la accompagnarono nei primi anni '60.

Dal 1969 infatti la massoneria fu fortemente implicata nel caso di Licio Gelli il cui fine fu quello di reclutare nuovi adepti per tentare di sovvertire l'assetto istituzionale della Repubblica Italiana. Con la sua frangia detta “P2”, Gelli tentò di assoggettare ai voleri della massoneria circa mille personalità di primo piano della politica e dell'amministrazione dello Stato suscitando uno dei più gravi scandali politici nella storia della Repubblica.

Ma il 31 ottobre 1981 la corte centrale del Grande Oriente d'Italia presieduta dal nuovo Gran Maestro Armando Corona, espulse Gelli dal consesso massonico e tutti gli adepti intrapresero un lungo percorso per riconquistare l'antico prestigio. Percorso che, evidentemente, passa anche attraverso la semplicità della filatelia.

Articolo scritto da AntonioNurra - Vota questo autore su Facebook:
AntonioNurra, autore dell'articolo La Massoneria Grande Oriente D' Italia Richiede Un Annullo Speciale A Poste Italiane
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione