Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli Animali


18 ottobre 2010 ore 08:52   di montecristo  
Categoria Altro  -  Letto da 2678 persone  -  Visualizzazioni: 4507

Nel registro delle morti assurde è segnalata la tragica scomparsa di Steve Irwin, meglio conosciuto come “Crocodile Hunter”, avvenuta il 04 settembre 2006 a soli 44 anni…44 di pura adrenalina.

Steve Irwin era l’australiano più famoso al mondo per il suo coraggio e per il suo amore per gli animali che, mescolati insieme da un pizzico di follia, l’hanno portato a registrare in soli 12 anni più di 50 documentari sul mondo animale con un approccio unico ed irripetibile che solo un vero “Crocodile Hunter” poteva avere.
Steve Irwin non si limitava ad avvicininarsi agli animali per raccontarne la vita e le abiutuidini ma li prendeva in mano nel loro habitat naturale per mostrarli alla telecamere, senza catturarli né fargli del male.


Sempre, qualsiasi fosse l’animale: coccodrilli, pitoni, serpenti velenosi e vedove nere. Steve si era spinto addirittura all’inseguimento di pesci velenosi con lo scopo di prelevare campioni del loro veleno per creare antidoti utili a chi ne rimanesse vittima.
Le sue imprese folli facevano sempre il giro del mondo così come quella volta che decise di avvicinare il suo figlioletto di pochi mesi ad un coccodrillo per dimostrare che erano innocui.
La  Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli AnimaliLa  Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli AnimaliLa  Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli AnimaliLa  Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli Animali

Il gesto fece scalpore e suscitò l’ira delle assocazioni in difesa dell’infanzia ma “Crocodile Hunter” conosceva i coccodrilli australiani meglio di chiunque altro ed era sicuro di quello che faceva.
Una vita assurda che è stata coronata, putroppo, da una morte altrettanto assurda avvenuta a soli 44 anni durante un’impresa che a confronto delle precedenti doveva essere una passeggiata: Steve Irwin si era immerso con alcuni colleghi per girare un documentario subacqueo sulla Grande Barriera Corralina, a nord dell’Australia.

Durante le riprese una “pastinaca comune”, una sorta di razza che si era nascosta e mimetizzata sul fondo sabbioso ha attaccato Steve, conficcando il suo aculeo velenifero di 30 cm nel petto. Irwin ripreso dalle videocamere del suo staff riesce a levarsi da solo l’aculeo della pastinaca che si era conficcato affianco al cuore ma perde i sensi subito dopo. Portato sulla sua barca I tentativi di rianimazione sono stati inutili e “Crocodile Hunter” mentre veniva trasportato all’ospedale in elicottero è morto per choc anafilattico.
“Era l’australiano che tutti vorremo essere, era e resta l’ultimo guerriero della natura” ecco come lo ha ricordato Russel Crowe, grande attore australiano e suo amico, e così lo ricordano tutti.

Articolo scritto da montecristo - Vota questo autore su Facebook:
montecristo, autore dell'articolo La  Morte Assurda Di Steve Irwin 'crocodile Hunter', Una Vita Vissuta Per Il Bene Degli Animali
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

nessuno più come te! seiil migliore steve! grandioso!

Inserito 18 ottobre 2010 ore 10:33
 
  • Silvana
    #2 Silvana

Uno che da da mangiare ad un coccordrillo con un neonato in braccio anche a me sembra un grandioso. Un grandioso pirla.

Inserito 18 ottobre 2010 ore 17:11
 

la voce dell'ignoranza....non conosce il motivo per la quale ha fatto un gesto simile ma come i tantissimi ignoranti che giudicano dalle apparenze scrive che questo grandioso uomo è un pirla, un uomo che ha salvato migliaia di animali e ha dato tutto per farli vivere in condizioni migliori cambiando anche leggi per favorire i loro diritti, li a curati e aiutati in ogni situazione ma soprattutto li ha fatti amare anche a gente che li disprezzava o li uccideva. complimentoni! e grazie alla gente come voi che si vive male.

Inserito 18 ottobre 2010 ore 22:47
 

troppa gente non ha rispetto degli animali perche li teme o creed che siano mortali e aggressivi, ma in realta nessuno nasce cattivo, ma ci diventa per colpa della vita che gira in un certo modo, e troppo spesso colpa della gente che come te giudica dalle apparenze e nell'immaginario collettivo crede che determinati animali sono pericolosi e vanno isolati scartati o uccisi, e diffonodno volontariamente o anche involontariamente questa visione sbagliata. Steve faceva di tutto per dimostrare che determinati animali non erano come li si dipingevano e in quell'occasione diede da mangiare a tu per tu dalle sue mani a un gigantesco alligatore con il proprio figlio in braccio proprio per dimostrare che non sono assassini ma animali che se trattati come meritano non uccidon ne fanno male a nessuno.

Inserito 18 ottobre 2010 ore 22:53
 
  • Serena Pennacchi..
    #5 Serena Pennacchi..

Sono d'accordo con te! Era un grande.. abbiamo perso una persona davvero unica e speciale..

Inserito 25 aprile 2013 ore 08:19
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione