Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

'la Solitudine Dei Numeri Primi' Di Paolo Giordano


5 dicembre 2010 ore 16:29   di pennettainformata  
Categoria Altro  -  Letto da 465 persone  -  Visualizzazioni: 714

Romanzo d’esordio dello scrittore torinese, vincitore del premio Strega nel 2008, “La solitudine dei numeri primi” è la storia di Mattia Balossino e Alice Della Rocca, due ragazzi le cui vite sono state drammaticamente segnate da un avvenimento accaduto nell’infanzia. E’ proprio da qui che parte l’autore, presentando separatamente le vite dei due protagonisti e raccontando l’episodio che li ha cambiati per sempre, per poi farli incontrare nell’adolescenza.

Alice ha sette anni, odia lo sci e non sembra esserne nemmeno poi tanto portata. Eppure suo padre ha grandi aspettative per lei e insiste nel farle frequentare una scuola che la prepari ad affrontare delle competizioni. Una mattina Alice si separa dal gruppo e fa una terribile caduta in un dirupo che la lascerà zoppa per tutta la vita. Da quel giorno qualcosa nella testa e nell’anima di Alice cambia, quasi per adattarsi al cambiamento che ha subito il suo corpo. E la ritroviamo così adolescente, anoressica e sola, ignorata dai coetanei per il suo difetto nel camminare e con un rapporto conflittuale con il padre colpevole, secondo la ragazza, di averle rovinato la vita.


Mattia è un bambino molto intelligente e dotato. A scuola è straordinariamente bravo. Al contrario la sua gemella Michela è affetta da una grave forma di autismo e mette costantemente in imbarazzo Mattia di fronte ai suoi compagni di scuola che lo isolano. Un giorno Mattia lascia la sorella su una panchina di un parco per poter andare da solo alla festa di compleanno di un compagno, a cui è stato miracolosamente invitato. E’ solo un bambino ed è convinto che la sorella non si muoverà da lì. Invece, quando torna, Michela è scomparsa, presumibilmente annegata in un fiume vicino (sebbene il corpo non verrà mai ritrovato). Sull’argine del fiume Mattia per la prima volta si taglia una mano e ne prova piacere. Da lì il suo autolesionismo non lo abbandonerà mai più, diventando un modo per punirsi della scomparsa della gemella ma non solo.

Due bambini le cui esistenze vengono drammaticamente sconvolte, in un’età in cui la vita deve ancora tutta venire, e scelgono di isolarsi dapprima da soli e poi insieme, unendo le loro solitudini, accompagnandosi nella vita, senza mai “toccarsi” davvero. Come i numeri primi gemelli, ci spiega Paolo Giordano, quei numeri accumunati dalle stesse particolarità (l’autolesionismo di Mattia, l’anoressia di Alice, la loro tendenza ad isolarsi) e separati da un solo numero pari, vicini ma mai abbastanza da potersi toccare.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo 'la Solitudine Dei Numeri Primi' Di Paolo Giordano
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione