Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Land Grab: Saremo Schiavi Della Cina?


15 giugno 2011 ore 17:59   di ConteMascetti  
Categoria Altro  -  Letto da 669 persone  -  Visualizzazioni: 1498

Negli ultimi anni si è diffusa una particolare forma di accaparramento della produzione di materie prime agricole, attraverso l'acquisto del diritto all'uso a proprio beneficio esclusivo di enormi estensioni di terra, che prende il nome di land grab (letteralmente: arraffare terra).

In molti casi questo accaparramento è la risultante di investimenti in paesi in via di sviluppo, compiuti da paesi industrializzati, a seguito della prospettiva di futuri consistenti aumenti della domanda e dei prezzi delle materie prime agricole, per usi alimentari e per la produzione di biocarburanti.


L'esplosione e la variablità dei prezzi delle materie prime agricole e, piu ancora, le restrizioni all'esportazione imposte da molti governi, hanno indotto alcuni paesi importatori, ricchi di capitali, ma poveri di terra, a concludere che, per la propria sicurezza alimentare, non ci si può basare solo sul mercato mondiale, ma è anche necessario controllare direttamente le possibili fonti di offerta, mediante investimenti mirati all'acquisto, concessione o affitto, per periodi lunghi fino a 99 anni, di terre di decine e anche centinaia di migliaia di ettari, (si consideri che un ettaro equivale a 10.000 metri quadrati) terre da coltivare per produrre alimenti destinati al proprio mercato interno. Una scelta questa, facilitata dagli sforzi che i governi di un certo numero di paesi, poveri di capitale ma ricchi di terra, specie in Africa, stanno compiendo per attrarre investimenti da destinare allo sviluppo della loro agricoltura.

Land Grab: Saremo Schiavi Della Cina?

Non vi sono dati certi sulla dimensione raggiunta sinora da questo fenomeno, ma è opinione diffusa che esso sia ormai giunto ad interessare decine di milioni di ettari di terra. Secondo talune stime, l'estensione dell'area interessata ha già superato quella dell'intera superficie agricola francese.
I maggiori paesi investitori sono: Cina, Corea del sud e i vari stati del Golfo; normalmente essi operano attraverso compagnie private costruite e possedute dai governi o dai loro fondi sovrani.
I paesi interessati, appartengono in genere all'Africa sub-sahariana, ma anche Pakistan, Kazakistan, Cambogia, Indonesia, Birmania e Ucraina.

Il land grab corre il pericolo di trasformarsi in una nuova forma di colonialismo, e può determinare l'insorgere di conflitti capaci di accentuare ancora di piu la variabilità dell'offerta delle materie prime agricole sui mercati internazionali. Da ciò ne deriva che il land grab è un potenziale ostacolo sul cammino della sicurezza alimentare mondiale.

Articolo scritto da ConteMascetti - Vota questo autore su Facebook:
ConteMascetti, autore dell'articolo Land Grab: Saremo Schiavi Della Cina?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione