Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Manuale Di Sopravvivenza Per Eroine Postmoderne. Lezione 1: Le Donne Di Oggi Soffrono E S' Offrono


3 luglio 2012 ore 08:48   di Sarina  
Categoria Altro  -  Letto da 650 persone  -  Visualizzazioni: 1024

Che buffe le donne nei film americani con quel ridicolo cappello di paglia in testa, quella piccola zappa in mano, inginocchiate nell'orto fuori casa a coltivare rose.Ci insegnano ad immaginarle così le donne, fragili, appassionate di fiori, due amiche pronte ad asciugare le lacrime con quegli stupidi fazzolettini delle scatole di cartone, leggerissimi, che non asciugano nulla per quanto solo sottili, un foulard di seta e i tacchi alti.

Soffrono e s'offrono le donne di oggi, che siano single, mogli, madri, in carriera, casalighe disperate, donne di città, donne di campagna, tutte sono accomunate da quell'idea standardizzata di essere angeli del focolare, di avere quella predisposizione genetica a desiderare in ordine di importanza un figlio, una casa, un uomo, un cane, due tartarughe d'acqua e dei geranei in balcone ancor meglio se più belli di quelli della vicina.


Ma sono solo i film americani del nuovo millennio a presentarci le donne così o è la società di oggi che inevitabilmente tenta ogni giorno che passa di accerchiarle in maniera tentacolare tirandole verso il basso, verso una continua e inesorabile perdita di autostima, verso quella sensazione di non appartenza ad un mondo che ci ride in faccia dicendoci che tranquillamente potrebbe fare a meno di noi.
Chi tiene i fili di queste splendide marionette in silicone? donne i cui seni hanno la stessa consistenza di una palla da baseball, donne dai capelli che brillano ogni giorno di più, donne con le labbra che sembrano canotti, donne che camminano tutto il giorno su tacchi di quindici centimentri sottili come spaghetti, donne che sembrano alieni quando camminano per i viali, donne che in metropolitana hanno lo sguardo perso nel vuoto.

Chi tiene i fili? la domanda di per se non è difficile, eureka! sono gli uomini, gli stronzi, i bastardi, gli egoisti, li chiamano così le donne.
Nessuna donna metterebbe nelle sue labbra la stessa sostanza che i tubisti usano per isolare dal pavimento i sanitari, nessuna donna si farebbe tirar via tre litri di adipe con una maxisiringa per piacere ad un'altra donna o a se stessa.

Non ci crede nessuno al falso mito del voler essere il più possibile vicine all'idea che abbiamo di noi stesse, ogni donna corre dal chirurgo plastico, dall'estetista, corre in palestra, corre al parco, compra quegli inutili attrezzi ginnici in televisione per rassodare gli addominali in una sola settimana, per assomigliare il più possibile all'idea che l'uomo dovrebbe avere di lei.
Ora il problema è questo: è assodato che una donna intorno ai trentanni smetta di vivere la propria vita e si dedichi anima e corpo nel raggiungimento dell'unico obiettivo possibile, l'ottenimento di quella stramaledettissima carota che penzola appesa al bastone dinnanzi ai suoi occhi, è questo l'obiettivo che porta alla soluzione del game ma ups cosa diceva quel cartello all'inizio della strada verso Maritolandia? una t rossa? ups! senza via d'uscita!
Le amiche si sposano, le amiche hanno mariti fantastici che portano loro fiori freschi a casa, le amiche hanno bambini dai capelli alla riccioli d'oro, hanno case bellissime con l'angolo dei profumi in girardino (basilico, salvia, rosmarino e origano per i non intenditori).

Ora bisogna mettersi in testa e capire che loro sono l'eccezione, e noi la regola!

In attesa della prossima lezione provate a rispondere a queste due semplici domande: quando andiamo a prendere il caffè al bar all'angolo e analizziamo le nostre frequentazioni del momento parola per parola, messaggio dopo messaggio, quante siamo? noi siamo tante, si va da un minimo di tre a un massimo di cinque sei, e loro? quante sono loro quando dopo pranzo bevono un caffè dentro casa perchè i bambini dormono? due, sono sempre due.

Articolo scritto da Sarina - Vota questo autore su Facebook:
Sarina, autore dell'articolo Manuale Di Sopravvivenza Per Eroine Postmoderne. Lezione 1: Le Donne Di Oggi Soffrono E S' Offrono
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione