Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Microsoft Kinect La Console Del Futuro?


27 dicembre 2010 ore 09:09   di blackstar  
Categoria Altro  -  Letto da 627 persone  -  Visualizzazioni: 1064

Quando Microsoft annunciò per la prima volta la sua interfaccia basata sul movimento due anni fa, la società di Redmond disegnò un futuro grandioso per il gaming senza controller. Insieme alla lineup dei giochi previsti al lancio indirizzati in massima parte all’audience casual (tipo Wii), il team presentò feature innovative come lo scan di oggetti reali, l’interazione con un bimbo virtuale di nome Milo e la possibilità di giocare titoli già pubblicati senza l’ausilio di un controller classico.

Mentre alcune di queste idee sono state messe da parte, Kinect offre ancora un numero corposo di solide opzioni. Fare il setup di un'unità Kinect è incredibilmente facile: si connettono due cavi usa e il gioco è fatto. Dopo un rapido update, noterete qualche cambiamento nella vostra dashboard. Oltre agli ultimi aggiornamenti rilasciati da Xbox Live che rendono l'interfaccia più elegante, vedrete un piccolo riquadro nell'angolo in basso a destra che presen¬ta una silhouette che segue accuratamente i vostri movimenti.


A differenza di quanto comunicato in precedenza, sarete liberi di sedervi nel corso della navigazione tra i menù. Kinect offre una dashboard separata per le sue opzioni e mostra una serie di pannelli. Potrete navigare tra di loro usando le vostre mani oppure i comandi vocali e in entrambi i casi otterrete una risposta precisa. Un rapido movimento della mano viene immediatamente riconosciuto da Kinect che provvede a riprodurre sullo schermo un cursore con il quale potrete muovervi attraverso i vari pannelli. Soffermandosi su un pannello si opera la selezione, confermata visivamente da un piccolo indicatore circolare.

Microsoft Kinect La Console Del Futuro?

Una volta che vi trovate all'interno dei menù di Kinect, come l'editor per l'Avatar, potrete usare lo stesso procedimento per confermare le vostre scelte. Anche i comandi vocali sono ugualmente facili da usare, ma Microsoft ha annunciato che per il momento limiterà la funzionalità all'inglese, lo spagnolo messicano e al giapponese, rimandando l'update per il resto dell'Europa al 2011. Sappiate però che pronunciando la parola "Xbox" seguita da "Kinect" entrerete nei menù specifici di Kinect e che da qui in poi, qualunque cosa vediate sullo schermo potrà essere identificata vocalmente.

Se volete dare un'occhiata allo stato del vostri obiettivi, basterà dire "Xbox" e quindi "achievements" per raggiungere il menù corrispondente. I comandi vocali funzionano però solo a livello superficiale, per cui, una volta che sarete entrati nell'editor del vostro Avatar sarete limitati ai comandi manuali. Kinect è stato in grado di percepire la voce an¬che se si prova a sussurrare, e questo conferma che non c'è alcun bisogno di urlare. Entrambi i comandi, vocali e manuali, rispondono bene e forniscono un'idea di ciò che potrebbe diventare lo standard per la navigazione tra i menù nelle console del futuro.

Microsoft Kinect La Console Del Futuro?

Se questa tecnologia funziona davvero così bene e lo farà anche in altre interazioni esterne al mondo Xbox, potrebbe rendere Kinect desiderabile per i consumatori interessati a esplorare nuovi modi di navigare. Rimane solo da decidere se si ha voglia di spendere 150 euro oppure no, ovviamente Xbox esclusa. Non possiamo proprio enunciare un concetto generale che comprenda tutta la lineup dei titoli per Kinect e ci dica come l'hardware funziona con i giochi, dato che è necessario esaminare caso per caso. Mentre titoli come Dance Central riescono a sfruttare al 1 00% il potenziale della tecnologia di motion detection tenendo perfettamente traccia del vostro corpo, altri fanno registrare performance confuse, dandovi l'impressione di non avere alcun controllo su ciò che accade onscreen.

Uno dei problemi più semplici che sono stati registrati è come mettere il gioco in pausa. Molti titoli richiedono di alzare la mano sinistra e attendere che l'indicatore circolare si sia riempito completamente, ma il tutto non funziona sempre. La soluzione migliore, fortunatamente adottata da alcuni giochi, sarebbe stata quella di andare automaticamente in pausa quando il giocatore esce dal campo visivo della telecamera, ma capita che l'azione continui, che la presenza sia rilevata oppure no.

Prima di acquistare Kinect bisognerà anche fare qualche considerazione in relazione allo spazio richiesto per giocare. Dopo le presentazioni dell'E3, si parlava della necessità di quasi due me¬tri e dopo aver testato per un po' di tempo Kinect, si è potuto verificare che molti giochi necessitano di molto spazio in più per fare uno scan accurato del proprio corpo. A differenza degli altri competitor che si limitano a registrare i movimenti delle braccia, Kinect è in grado di registrare il movimento dell'intero corpo, che corriate, facciate flessioni o siate sdraiati.

Per questo motivo avrete bisogno di un bel po' di spazio, un aspetto che potrebbe tenere Kinect fuori dalle case dove la parola "spazio" è un bonus. Problemi di lancio a parte, Kinect è un gran pezzo di tecnologia con margini di crescita enormi e anche se la sensazione di non avere tra le mani un controller richiede tempo per essere padroneggiata, si tratta di un coraggioso passo nel futuro che si merita uno sguardo approfondito prima di essere liquidato come l'ennesima stranezza.

Articolo scritto da blackstar - Vota questo autore su Facebook:
blackstar, autore dell'articolo Microsoft Kinect La Console Del Futuro?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione