Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Muriel Barbery E 'l'eleganza Del Riccio': Una Riflessione Sulla Società Delle Apparenze


8 dicembre 2010 ore 15:47   di pennettainformata  
Categoria Altro  -  Letto da 353 persone  -  Visualizzazioni: 578

Renée Michel è da ventisette anni la portinaia di un lussuoso stabile al numero 7 di rue de Grenelle, una via nel centro di Parigi. È una vedova di 54 anni, bassa, grassa, sciatta e dedita a due sole cose: la tv e il suo gatto. Renèe sembrerebbe incarnare in maniera perfetta lo stereotipo della portinaia che esiste nell’immaginario comune.

La donna nasconde in realtà una profonda cultura da autodidatta, un amore smisurato per arte, musica, filosofia, cinema (è addirittura appassionata di cultura giapponese e conosce a memoria i romanzi di Tolstoj). Dalla sua guardiola osserva le vite frivole dei superficiali abitanti dello stabile, ingannandoli, prendendoli in giro, assecondando le loro convinzioni. Dissimula così la sua grande preparazione, infilando qui e là qualche vocabolo sbagliato; copre la sua vita segreta con il rumore onnipresente della televisione; assume uno sguardo vuoto davanti alle citazioni colte (peraltro spesso sbagliate) degli inquilini del palazzo. Tutto questo solo per poter continuare indisturbata la sua ricerca del piacere nella cultura, nei libri, nel cinema.


Nel palazzo abitano esclusivamente famiglie dell’alta borghesia. Fra queste un ottuso deputato, ex ministro, con la moglie e due figlie. La più piccola, Paloma Josse, è una ragazza estremamente intelligente e brillante. Troppo, in effetti, per la sua età. Anche lei, come Renée, non vuole farsi notare per garantirsi quantomeno un'esitenza tranquilla. Così finge di essere una ragazzina mediocre come le sue coetanee, ma continua ad osservare il mondo con uno sguardo profondo, lucido, estremamente attento. Questa sua particolare intelligenza le permette di capire già a dodici anni che non ci sarà alcun futuro radioso: da grandi si finisce semplicemente ingabbiati in una boccia di vetro proprio come i pesci rossi. Ma Paloma non ci sta, e decide perciò di farla finita e uscire di scena proprio il giorno del suo tredicesimo compleanno. Nell’attesa dell’imminente evento, tiene un diario in cui annota i “movimenti del mondo” per provare a vedere se c’è qualcosa per cui valga davvero la pena di continuare a vivere.

Le due protagoniste sono legate dalla volontà di non farsi smascherare e recitano così il ruolo che la “società dell’apparire” attribuisce al loro personaggio: la portinaia sciatta e ignorantella, la ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale.

Le due narrazioni corrono parallele senza incrociarsi fino all’arrivo nel condominio di Monsieur Kakuro Ozu, un ricco giapponese che, a differenza degli altri inquilini del palazzo, è molto attento alle persone. È lui che fa avvicinare le due protagoniste, che scopriranno così la loro affinità, ed è lui che definisce l’eleganza del riccio: “Madame Michel ha l’eleganza del riccio: fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza, ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti.” Grazie a Monsieur Ozu, Renée riuscirà a “liberare” il suo doloroso segreto e Paloma scoprirà che non tutti gli esseri umani hanno i tratti dei membri ottusi della propria famiglia.

Successo editoriale ricco di citazioni (l’autrice Muriel Barbery è stata docente di filosofia), “L'eleganza del riccio” è rimasto per settimane in testa alle classifiche non solo in Francia ma anche il Italia. Dal libro è stato tratto il film “Il riccio” distribuito nel nostro paese da Eagle Picture nel 2010.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Muriel Barbery E 'l'eleganza Del Riccio': Una Riflessione Sulla Società Delle Apparenze
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione