Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Napoli, Stazione Centrale: Un Film Già Visto


8 luglio 2013 ore 01:52   di Rollcage76  
Categoria Altro  -  Letto da 509 persone  -  Visualizzazioni: 686

La Stazione Centrale di Napoli, piazza Garibaldi, è in perenne stato di emergenza. Ci sono cantieri aperti da prima degli anni del Mondiale di calcio di Italia '90, ma il racconto che segue è ciò che ho visto coi miei occhi in questa notte rovente di luglio.

Ore 00:25. C'era questa coppia dell'Est con lei che provava a stendersi sulla panchina di pietra mentre lui cercava di rendergli meno scomoda l'impresa. Il tentativo non era fatto per cercare qualche ora di sonno, ma per alleviare un problema fisico. Dopo essersi rigirata più volte e contratta tenendosi lo stomaco è corsa in direzione della fermata dell'autobus per celare il suo stato. Ha cominciato a sputare sangue ed i colpi di tosse strozzati le hanno sporcato le mani ed i piedi mezzi nudi per via dei sandali.
Lui, senza troppa sorpresa, ha dapprima lanciato uno sguardo verso di lei e, subito dopo, attraversato la strada per entrare nel bar 24h. Dopo qualche minuto torna con una minerale ghiacciata al capezzale della sua compagna.
Si sciacqua la faccia, fa qualche gargarismo, si lava mani e piedi prima di bere un sorso per poi riporre la bottiglia di plastica nello zainetto.


Dietro di loro come spettatori distratti c'erano tre ragazzi neri seduti a terra imbacuccati con pesanti felpe con cappuccio e, mentre due di loro chiacchieravano, il terzo cercava la posizione giusta per riposare un po'. Chi se la dormiva della grossa era un uomo sulla quarantina, barba e baffi più spettinati dei capelli. La sua trapunta matrimoniale nascondeva tutti i suoi averi e, per evitare ammanchi al risveglio, ci dormiva sopra utilizzando il cumulo a mo'di materasso. Il tratto di strada è sudicio, immondizia ovunque ed incarti di cibo rotolano via al passaggio delle vetture.

Un paio di tossicodipendenti battevano il marciapiedi nervosamente alla ricerca di qualche spicciolo da chi, come me, attendeva che i viaggiatori uscissero dalla stazione.
Una prostituta, anch'essa presumibilmente dell'Est, bionda, tornita e con un vestitino bianco lungo appena per coprire le terga, usciva dal palazzo di fronte per cominciare la nottata ed ha subito fortuna(!?) essendo abbordata dal primo cliente.

Arrivano infine i miei suoceri con 20 minuti di ritardo sulle previsioni ed interrompono il "film" che stavo guardando dal parabrezza e che viene replicato da troppo tempo e da troppi protagonisti diversi in una città come Napoli.

Articolo scritto da Rollcage76 - Vota questo autore su Facebook:
Rollcage76, autore dell'articolo Napoli, Stazione Centrale: Un Film Già Visto
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione