Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pipì No, Come Educare Cani E Gatti


19 aprile 2011 ore 22:40   di Sadharma  
Categoria Altro  -  Letto da 563 persone  -  Visualizzazioni: 1104

Cani e gatti saranno pure i migliori amici dell’uomo e gli animali ormai più “domestici” al mondo ma, in fondo, rimangono sempre “animali” e può non essere sempre così scontato abituarli a differire i propri bisogni e ad adottare determinate abitudini per le loro pipì che sarebbe meglio non fossero troppo “domestiche”!

Dunque iniziamo da Fido, il cane è certamente fra gli animali domestici quello che più si adatta alla compagnia e alla vita al fianco dell’uomo, fino ad essere notevolmente dipendente dalla sua compagnia e sicuramente questo è un aspetto che i padroni non devono mia dimenticare. Portare fuori il nostro amico cane non è solo una necessaria routine quotidiana, ma per il nostro amico animale, rappresenta una sorta di “rituale” ben identificato e scandito da gesti, tempi e luoghi (il guinzaglio, i vari momenti della giornata, il parco dove farlo correre eccetera). Questo finisce per costituire il ritmo sul quale si modula il rapporto cane-padrone.


Va da se che, affidare l’incombenza della passeggiata ad una persona estranea, rimandarla di troppe ore o lasciare da solo a casa il nostro cane quando è abituato a trascorrere molto tempo con noi rappresentano tutte brusche interruzioni, abbandoni che possono “spiazzarlo”. Ecco che la pipì può essere o un’incontinenza fisiologica per il troppo tempo trascorso (allora di solito il “fattaccio” avviene nei posti dove provoca meno danni, come vasi o la stessa stanza del bagno) oppure una sorta di “dispetto” che rivela la delusione per esser stato lasciato solo troppo a lungo (e lì son guai perché divani e tappeti potrebbero non avere scampo).

Oltre a fare attenzione ai ritmi di vita a cui sottoponiamo il nostro cane è inoltre utile tener a mente alcune cose; una è che punirli per il misfatto è una manovra assolutamente inutile se non avviene in contemporanea all’emissione della pipì nel luogo inappropriato: differire la punizione di alcuni minuti impedisce all’animale di associarla all’azione compiuta e provoca solo confusione.

In secondo luogo (e questo vale anche per i gatti) non pulire mai e poi mai il luogo dove hanno orinato con la candeggina: l’odore dell’ammoniaca li stimola e li attira ulteriormente, rischiate un circolo perverso senza fine! Disinfettate e pulite bene in modo che non rimangano odori, questo sì, e puoi per scoraggiare il cane a riutilizzare quel posto per fare pipì provate a mettere del borotalco (o una candela dello stesso odore): l’aroma pare che non sia affatto di suo gradimento!

Pipì No, Come Educare Cani E Gatti
Per i gatti il discorso è simile anche se in genere più semplificato anche dal fatto che se abituati ad usare la lettiera di rado creano problemi, l’importante è che la lettiera sia sempre ben pulita e facilmente accessibile. In genere se mamma gatta è solita usare la sabbia, sarà lei stessa ad educare i cuccioletti allo stesso modo; se avete da poco preso un gattino e volete dargli qualche lezione “supplementare” per fargli comprendere che quella sarà la sua lettiera portatecelo dolcemente sopra e fatelo scavare con la zampetta: da quel momento diverranno inseparabili!

In commercio esistono anche deodoranti (per noi inodore) per ambienti che si attaccano alla presa della corrente (tipo quelli antizanzare) e che rilasciano un aroma che dovrebbe contribuire a rilassare il nostro micio e a contrastare comportamenti inconsulti e inopportuni….funziona?...Mha…se vi sentite un po’ new-age tentar non nuoce di certo!

Articolo scritto da Sadharma - Vota questo autore su Facebook:
Sadharma, autore dell'articolo Pipì No, Come Educare Cani E Gatti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione