Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Quando Comandavano Le Donne


12 gennaio 2012 ore 00:22   di domi67  
Categoria Altro  -  Letto da 649 persone  -  Visualizzazioni: 1132

Vorrei richiamare l'attenzione su di un importante scrittore inglese del '900 autore di un innumerevole numero di opere e di romanzi. Trattasi di Peter Graves 1895/1995 che ha compiuto approfonditi studi sul mito e sull'importanza che esso ha nel raccontarci la storia del mondo prima dell'avvento della religione e della scienza, quando l'origine delle cose veniva raccontata in modo ingenuo, fantasioso, spregiudicato, ma non per questo mancante di una fondamentale verità.

In un suo libro intitolato I Miti Greci lo scrittore inglese esamina e descrive la situazione politica e religiosa dell'Europa Neolitica prima della grande ivasione degli Ariani e degli Elleni patriarcali appunto in Grecia all'incirca duemila anni prima della nascita di Gesù Cristo.


Emerge dal contesto dell'opera la curiosa situazione della donna in questi primi secoli della civiltà umana. A giudicare dalla parafrasi del mito si evince che il potere era assolutamente tenuto dalle figure femminili, esisteva un unico culto religioso in tutta Europa ed in molte parti dell'Africa che vedeva la presenza di una Dea Madre dai molti appellativi, la quale era creatrice immortale, immutabile, onnipotente. Le sacerdotesse della Dea Madre erano le detentrici del potere e di conseguenza la donna dominava l'uomo sua vittima sgomenta.

Inoltre non essendo ancora stata stabilita la relazione tra coito e gravidanza si pensava che la donna fosse in possesso di un potere magico, e che la stessa potesse essere fecondata dalle virtù del vento o da altri fenomeni ,quindi in nessun modo si teneva conto della paternità e la successione per il potere era assolutamente matrilineare. Gli uomini completamente al di fuori da ogni aspetto decisionale temevano la Dea e la ninfa tribale sceglieva i propri compagni solo per il piacere sessuale e non certamente per fare figli. Inoltre questi compagni venivano sacrificati con il fine di una stagione ed il loro sangue sprizzando andava, secondo la tradizione, a rendere fertili i campi.

L'antica Dea, che si rintraccia nel mito Pelasgico della Creazione analizzato Da Graves, si chiamava Eurinome, incuriosisce il fatto che il suo nome Babilonese era "Iahu" che significa divina Colomba, un epiteto che poi passò a Geova (Creatore). Attraverso l'analisi dei miti Graves ricostruisce la fine del potere matriarcale e il nuovo ordine del mondo. Esiste infatti in ogni mito un eroe maschile che uccide un mostro di natura femminile, l'esempio lo possiamo trovare in Pegaso che uccide la Chimera, in una variante della medesima leggenda lo stesso decapita la Gorgone Medusa, in un altro mito Marduk uccide Tiamat dea del mare.

Ogni racconto simboleggia la presa di potere violenta degli uomini sule donne ed il nuovo corso della storia. Gli Elleni del secondo millennio prima di Cristo sfidarono la potenza della Dea Madre, Pegaso che decapita la Medusa ricorda gli Elleni che occuparono i templi della Dea e strapparono alle sue sacerdotesse la maschere da Gorgone. Bellerofonte, il doppione di Perseo, che uccide la Chimera, ricorda gli Elleni che distrussero ogni calendario di Medusa sostituendolo con i propri. Insomma attraverso una straordinaria decifrazione del Mito, Graves, al cui libro a cui spero di rimandarvi, ci racconta l'inizio di quell'eterno progrom perpetuato dagli uomini nei confronti dell'universo feminile di cui poi la storia ufficiale ci da atto, Progrom atto a perpetuare nei secoli quella antica presa di potere.Sappiamo dalla stessa storia poi quanto la donna abbia faticato a recuperare attraverso i millenni il diritto sacrosanto alla sua dignità e centralità usurpata ancestralmente dal suo compagno di strada principale.

Articolo scritto da domi67 - Vota questo autore su Facebook:
domi67, autore dell'articolo Quando Comandavano Le Donne
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione