Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Recensione Del Libro Io E Marley Di John Grogan


13 febbraio 2017 ore 14:17   di ellebi31-05  
Categoria Altro  -  Letto da 148 persone  -  Visualizzazioni: 162

Sembra impossibile ma a volte gli animali riescono a lasciare affetto, piacevoli ricordi, cose divertenti tanto da non riuscire a dimenticarli mai, neanche quando muoiono e sono passati molti anni e la cui memoria suscita sentimenti di nostalgia per i bei momenti trascorsi insieme.

Chi scrive, ha la possibilità di raccontare la storia di un animale domestico con il quale ha condiviso del tempo e di farlo conoscere a più o meno persone, che potranno sicuramente riconoscersi in quelle considerazioni ed in quei sentimenti vissuti verso ad esempio gli amici a 4 zampe, come sono definiti i cani e i gatti, che sono i più numerosi animali tenuti in casa e da compagnia.


Nel libro "Io e Marley" da cui è stato tratto anche un film, il giornalista statunitense americano John Grogan racconta le vicende della propria vita professionale e privata che sono state accompagnate dal vivere con il suo cane, un cucciolo di Labrador, a cui molti si sono affezionati perché il libro ha venduto in tutto il mondo milioni di copie.

John e la moglie Jenny si sono appena sposati e decidono di prendere un cucciolo di Labrador per fare pratica come genitori perché gli animali richiedono affetto e cure costanti: il cucciolo ha un carattere deciso. In seguito, è in arrivo il primo figlio della coppia che purtroppo perdono. Jenny è molto triste e cade in depressione ma Marley la aiuta a ritrovare il buonumore e a riprendersi. Finalmente nasce il primo figlio, Patrik e Marley nonostante fosse un cane disobbediente, capendo che quel bambino era una fragile creatura lo rispetta. Una notte una donna era stata accoltellata e l'intervento di John e Marley fu importantissimo affinché si salvasse.

Poi arrivò il secondo figlio, Conor e visto il gran da fare che danno i bambini e le cose che combinava Marley, il simpatico cane corse il rischio di essere venduto, cosa che non accadde. Marley divenne famoso perché dopo un provino fu scelto per un film. Nel 1997 nacque Colleen, l'ultima figlia. Passato il tempo, Marley come tutti gli esseri viventi invecchia ed alla fine muore, lasciando un bellissimo ricordo tanto da far fare al suo padrone queste considerazioni finali e riflessioni sugli insegnamenti da esso ricevuti:

"era profondo il mio dolore per un cane, più profondo per certi umani che avevo conosciuto...;
ci aveva insegnato alcune lezioni più importanti della vita. Marley mi ha insegnato a vivere ogni giorno con sfrenata esuberanza e gioia, a cogliere il momento e a seguire il mio cuore. Mi ha insegnato ad apprezzare le cose semplici: una passeggiata nei boschi, una fresca nevicata, un sonnellino in un raggio di sole invernale. E mentre diventava vecchio e malandato, mi ha insegnato l'ottimismo di fronte alle avversità. Soprattutto mi ha insegnato l'amicizia, l'altruismo e una profonda devozione....A un cane non importa se sei ricco o povero, istruito o analfabeta, intelligente o stupido. Dagli il tuo cuore e lui ti darà il suo".

Recensione Del Libro Io E Marley Di John Grogan

Lessi questo libro in un periodo non molto felice per me e devo dire che questo cane, con la sua allegria, con le cose bizzarre che combinava, con la sua grande sensibilità in molti momenti, con l'atteggiamento positivo di fronte alla vita mi diede molta gioia, mi fece sorridere e riflettere, cose che sicuramente è riuscito a fare con le numerosissime persone che hanno letto questo libro.

Sicuramente ciascuno ha un cane che ha lasciato a tutta la famiglia ricordi molto simili o uguali a quelli di Marley; io ad esempio ne avevo uno, Rocky, che era veramente unico: affettuoso, sempre pronto a difendere la sua famiglia ma allo stesso tempo protettivo con i cani piccoli al punto da non mangiare per lasciare loro il cibo; inoltre trovava il modo per far capire le cose che voleva comunicarci, come quella volta che ci fece scoprire dove si trovava una cagnolina che non trovavamo più perché era uscita dalla campagna ed era stata investita; solo quando fiutava un torto che qualcuno voleva fare era aggressivo con gli estranei ma sempre dolce e richiedente carezze da quella che era la sua famiglia di umani, come mi piace definire i padroni di ogni cane.

Sembra paradossale, ma molto spesso un animale dà più affetto, è più sensibile, è più rispettoso degli umani forse perché ha una natura maggiormente incline a vivere solo di poche cose ma che sono le più giuste e soprattutto le più importanti per la vita, a differenza delle persone che molto spesso, perdendosi in cose futili, dimenticano quelle veramente importanti, cosa che purtroppo accade quasi sempre e un po' a tutti.

Articolo scritto da ellebi31-05 - Vota questo autore su Facebook:
ellebi31-05, autore dell'articolo Recensione Del Libro Io E Marley Di John Grogan
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:
Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione