Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Recensione Del Libro 'lettera Al Padre' Di Franz Kafka


8 febbraio 2014 ore 15:31   di ellebi31-05  
Categoria Altro  -  Letto da 538 persone  -  Visualizzazioni: 859

È un libro che Kafka scrisse quando era già uno scrittore famoso e questa è una cosa che sorprende dopo aver letto quest’opera letteraria perché in essa c’è lo sfogo di un uomo adulto e in parte realizzato che non ha dimenticato il difficilissimo rapporto con il padre il quale ha segnato in negativo la propria esistenza.

Franz Kafka, dopo aver scritto questo libro in forma di epistola lo rispose in un cassetto senza avere l’intento di pubblicarlo forse per paura della reazione che avrebbe potuto avere il padre perché emerge la figura di un padre-padrone nella quale sicuramente lui non si sarebbe riconosciuto.


Leggendo il libro, sono tante le cose che emergono: Kafka era una persona con i propri sogni (come il grande amore per la letteratura non condivisa dal padre) le insicurezze, le paure. In tutte queste cose il padre ha avuto un ruolo negativo: ostacolava la realizzazione dei sogni del figlio perché da padre- padrone si sentiva in diritto di gestire totalmente la vita di Franz, fomentava le sue insicurezze e paure tanto da non permettergli di saper pensare e parlare davanti a lui, dal voler fuggire da tutto quello che lo ricordasse anche lontanamente perché il suo comportamento era la cosa che più lo aveva fatto soffrire per tutta la vita e per colpa sua aveva perso ogni fiducia in se stesso.
Particolarmente eloquente e toccante è questo passaggio del libro: "Io avrei avuto bisogno di incoraggiamento, un po’ di gentilezza, di qualcuno che mi lasciasse un po’ aperta la mia strada: invece me la sbarrasti".
Il padre di Kafka era un uomo molto duro nelle piccole e grandi cose della vita e si sentiva sempre nel giusto anche quando evidentemente non era così come quando esprimeva "perle di saggezza" giustamente criticate dal figlio: era importantissimo tagliare il pane diritto, ma non importava che lo facesse con un coltello grondante di sugo. Da questo piccolo aneddoto si può intuire quanto fosse poco intelligente, elemento comune a tutti i padri-padroni i quali pensano di saper gestire la vita degli altri ma che non capiscono che non sanno gestire la propria esistenza neanche nelle piccole cose.

Da questo libro emerge quanto fosse importante e "terapeutico" per Kafka lo scrivere perché grazie alla scrittura ha potuto imprimere in modo indelebile le proprie emozioni e riflessioni riguardo ad una persona che lo aveva segnato in modo negativo in tutti i campi della vita e ha potuto far uscire fuori dalla propria mente pensieri che tanto lo avevano fatto soffrire ed è risaputo che lo sfogarsi in qualsiasi modo per far uscire quello che fa male è importantissimo per sentirsi meglio. Scrivere era la cosa che Kafka amava di più perché era quello che lo aiutava anche a superare la sofferenza di una vita soffocante che accomuna tutti coloro che trovano un padre-padrone.

Esistono scuole di tutti i tipi e molto spesso si sente parlare di scuole per imparare a fare i genitori, che è il "mestiere più difficile al mondo". In modo particolare dovrebbero essere frequentate dai padri-padroni come quello di Franz Kafka (che purtroppo ce ne sono tanti) per imparare che la cosa più giusta da fare è quella di capire che ai figli si devono dare consigli e non ordini, una guida e non obblighi che soddisfino i propri desideri e non quelli dei figli, che ogni figlio ha le proprie attitudini che lo rendono la persona più felice del mondo se può assecondarle e se i genitori lo sostengono nelle proprie scelte di vita. Imparerebbero inoltre la cosa più importante da sapere per essere i genitori migliori del mondo e che ogni figlio/a vorrebbe avere: che la libertà data agli altri è la forma più alta di amore, un amore che rende felici genitori e figli.

Articolo scritto da ellebi31-05 - Vota questo autore su Facebook:
ellebi31-05, autore dell'articolo Recensione Del Libro 'lettera Al Padre' Di Franz Kafka
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione