Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Recensione Del Romanzo 'tre Camere A Manhattan' Di Georges Simenon


6 gennaio 2013 ore 15:55   di francescapaolillo  
Categoria Altro  -  Letto da 738 persone  -  Visualizzazioni: 1102

Georges Simenon è un prolifico scrittore belga nato all’inizio del Novecento, famoso per avere ideato il personaggio del commissario Jules Maigret. In realtà questo autore si è dedicato solo in parte alla stesura di libri "gialli", producendo dei veri capolavori anche nei generi di appendice e psicologico.

Attento osservatore dei tipi umani più squallidi, in questa storia Georges Simenon rivela il suo animo più profondamente romantico, ma non a caso: durante la stesura dell’opera nel 1946 aveva infatti intessuto una relazione molto appassionata con la sua segretaria che poi divenne la sua seconda, ma non ultima, moglie.


Il romanzo narra di un attore francese quarantasettenne (François Combe) che si è trasferito da due mesi a New York dopo essere stato lasciato dalla moglie per un uomo più giovane, il quale incontra una trentaduenne viennese divorziata (Catherine Miller) in cerca di un qualsiasi uomo che possa colmare la sua solitudine.
Nonostante fossero vicini di casa nel Greenwich Village, il loro incontro avviene del tutto casualmente in un bar di Washington Square.

Quasi tutta la trama del romanzo si svolge di notte, in una New York costantemente grigia, sporca e piovosa, in uno stile asciutto e analitico. Le tinte sono fosche e la solitudine sia dei due protagonisti sia delle figure minori che ruotano loro attorno appare assai pesante, ma l’autore riesce in questa storia costituita quasi esclusivamente da lunghi dialoghi a descrivere perfettamente il modo in cui un uomo e una donna iniziano a conoscersi e poco dopo a riconoscersi. Tra gelosia, paura dell’abbandono prima e dell’amore vero poi, tra numerose bottiglie di whisky bevute e sigarette fumate, i due personaggi alla fine si innamorano sul serio offrendoci, pur con qualche colpo di scena, anche un lieto fine.

Articolo scritto da francescapaolillo - Vota questo autore su Facebook:
francescapaolillo, autore dell'articolo Recensione Del Romanzo 'tre Camere A Manhattan' Di Georges Simenon
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

pur apprezzando G.Simenon non solo come padre di Maigret ma anche come romanziere, non conoscevo questo titolo:un buon suggerimento di lettura per l'estate,grazie

Inserito 22 luglio 2013 ore 23:23
 
  • francesca paolil..
    #2 francesca paolil..

prego, sono contenta se lo leggi

Inserito 23 luglio 2013 ore 14:38
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione