Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Recensione: Un Regalo Da Tiffany


14 giugno 2012 ore 13:21   di ideastreet  
Categoria Altro  -  Letto da 669 persone  -  Visualizzazioni: 1104

Cosa succede se un pregiatissimo anello di fidanzamento firmato Tiffany & Co. finisce nelle mani sbagliate? Come può cambiare il destino lo scambio della scatolina blu che fa sognare tutte le donne del mondo? Ce lo spiega Melissa Hill nel suo best seller "Un Regalo da Tiffany", edito da Newton Comton, disponibile nei negozi e nelle librerie online, anche a prezzi competitivi. Naturalmente ciascuno trae dal libro che legge una opinione diversa. L’opinione comune, percettibile anche dai commenti on line, è che il racconto pecca di una partenza lenta e solo dopo il racconto si rinvigorisce e diventa di lettura più scorrevole e coinvolgente. Il lettore potrebbe non avere la pazienza di raggiungere il momento culmine della trama, la resa dei conti. Inoltre la trama è leggera, romantica, ed è un fattore importante se il libro è destinato chi non ami questo genere. Il finale è senz’altro inatteso.

In sintesi, ecco la trama del libro. New York, è la vigilia di Natale. Ethan, professore universitario, accompagnato dalla sua bambina Daisy, ritira da Tiffany uno splendido solitario marquise con il quale chiederà alla sua fidanzata Vanessa di sposarlo. Gary è preso dalle frenetiche spese natalizie dell’ultimo minuto. Da Tiffany, cerca un regalino poco impegnativo ma gradito. Acquista un braccialino portafortuna.
Sulla strada del ritorno Ethan si trova a soccorrere Gary, investito da un taxi. La sua bambina, che tuttavia raccoglie i sacchetti del malcapitato sull’asfalto, perché non gli siano sottratti né vadano persi. La mattina di Natale l’eccitazione in casa Greene è palpabile. Quando Vanessa apre il regalo, si ritrova tra le mani un braccialino portafortuna. Ethan e Daisy sono sbigottiti: cercano di non tradire la delusione e la preoccupazione per la fine del gioiello. Più tardi, inventando una scusa, andranno da Tiffany, sperando che ci sia stato un errore al momento della consegna dell’anello.
Colta da un profondo sconforto per quel triste incidente, Rachel si concede l’apertura di un regalo di Natale, la scatolina di Tiffany. Il suo cuore fa un tonfo: è un meraviglioso anello di fidanzamento! Gary non aveva mai dimostrato un simile interessamento ma quell’anello svela di lui un lato insospettabile!


Riflettendo, Ethan collega la perdita dell’anello al soccorso prestato al ragazzo investito dal taxi e si reca a trovarlo in ospedale, dove incontra Rachel con il suo anello al dito. Sulle prime Ethan non ha il coraggio di dirle che probabilmente c’è stato uno scambio e il suo tentativo di saperne di più viene istintivamente insabbiato da Gary che, incredulo dalla sorprendente fortuna, simula una dichiarazione d’amore e chiede la sua mano. Rachel e Gary tornano a Dublino, dove Rachel gestisce un avviato bistrot con Terri e Justin. Il fidanzamento dell’amica si presenta una curiosa circostanza, come lo è l’insistente interessamento di Ethan sulla salute di Gary. Gary invece si mostra molto sfuggente e continua a rifiutarsi di contattarlo per ringraziarlo della sollecitudine. Ma ancora non sa che Ethan farà un salto al bistrot per incontrarlo.

Ancora una volta Gary si sottrae all’incontro. Terri, che ha dei solidi sospetti sulle reali intenzioni del ragazzo, lo fa ubriacare e gli fa confessare che lui non ha acquistato l’anello, non sa da dove provenga e non avrebbe la minima intenzione di fidanzarsi se non gli fosse capitato sotto mano. Ovviamente non ha intenzione di restituire l’anello. Terri, che crede con fiducia alle intenzioni di Ethan, sottrae a Rachel il solitario e lo impasta nel pane che regalerà a Ethan per il viaggio.

Ritrovarsi al dito lo splendido anello cancellerà tutti i sospetti di Vanessa sullo strano comportamento di Ethan da Natale. Ancora una volta Ethan e Daisy sono sbigottiti dall’aver visto ricomparire l’anello, nascosto dentro il pane. Ethan non è soddisfatto come avrebbe voluto.Vanessa non riesce ad indossarlo perché sembra di una misura diversa dalla sua. Per Daisy è un chiaro segno del destino: se Rachel riusciva a indossarlo e Vanessa no forse l’anello apparteneva a Rachel e è lei che suo padre avrebbe dovuto sposare . Razionalmente gli adulti riflettono diversamente e basterà far adattare la misura al dito di Vanessa. In fondo Ethan desidera ancora sposare Vanessa che a suo parere incarna la donna che sarebbe stata capace di occuparsi di Daisy e di lui o per dirla come sua moglie "una donna che sapesse preparagli il pane".

Rachel è disperata per aver smarrito l’anello e non sa se dirlo a Gary. Come abitudine lo ha tolto per impastare il pane e in tutto il bistrot non ce n’è più traccia. Prova a cercare sul l’estratto conto della carta di credito se esiste un’assicurazione sull’acquisto del gioiello ma senza risultati. L’importo è ben inferiore alle sue aspettative. Pensa che può sostituirlo senza che Gary se ne accorga e si reca da Tiffany a Dublino. L’ordine del solitario di quel tipo richiede il versamento di 2000 dollari, il 10% dell’importo totale. Tirate le somme un importo incredibile, inaudito, sbalorditivo che la fa sentire ancora più colpevole della sbadataggine. Tuttavia decide di affrontarlo...

Quando Vanessa organizza al bistrot di Rachel e Terri il pranzo di prova per il ricevimento di nozze (ritenendo il team complice della sorpresa dell’anello del pane) le carte si svelano in fretta: Gary riconosce Vanessa come testimone (ha ottenuto le registrazioni delle telecamere di sorveglianza) dell’incidente in cui è stato coinvolto e accusa Ethan di provarci con la sua ragazza. Vanessa piange disperata perché si scopre sul taxi in compagnia del migliore amico di Ethan, impegnata a sedurlo per assicurarsi un contratto dello scrittore con la sua casa editrice.Terri cerca di appianare la situazione perché si rivela a conoscenza di tutte le circostanze del tentativo di Ethan di recuperare l’anello e che a questo scopo glielo ha sottratto per consegnarlo al legittimo proprietario. Rachel apprende non solo che l’anello non le è mai appartenuto ma che Gary le ha mentito facendo passare per suo un gioiello che aveva sottratto a un altro, misurando il suo amore con il prezzo di un regalo. Infine confessa a Daisy che l’anello era adatto al suo dito perché lei lo aveva fatto riadattare.

Non voglio anticiparvi il finale. La bellezza del libro sta negli occhi di chi lo legge. Vi offro solo una piccola chiave interpretativa. Rotto il fidanzamento con Vanessa, Ethan rifletterà sul discorso della "una donna che sappia preparagli il pane" e si renderà conto che chi gli aveva offerto materialmente il pane non è stata proprio Rachel, per la quale sentiva di aver preso una sbandata. L’amicizia continuerà, con altri risvolti.

Articolo scritto da ideastreet - Vota questo autore su Facebook:
ideastreet, autore dell'articolo Recensione: Un Regalo Da Tiffany
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione