Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Superstizioni E Credenze Popolari


30 gennaio 2014 ore 10:51   di kiarettanuvola  
Categoria Altro  -  Letto da 891 persone  -  Visualizzazioni: 1315

Oggi vorrei parlarvi di un argomento davvero interessante:Le superstizioni.Superstizione è una parola che deriva dal latino superstitiònem, composto da sùper (sopra) e stìtio (stato), sulla base di "stàre" o "sìstere". Il termine viene impiegato da Cicerone nel De natura deorum per indicare coloro che insistentemente si rivolgevano alla divinità con preghiere, voti e sacrifici, affinché serbassero i loro figli "superstiti" (cioè sani e salvi). Da qui il termine, come espressione di atteggiamento di pavido uso del soprannaturale con lo scopo di scamparla.

Alcune Supertizioni trascendono i confini nazionali:altre sono caratteristiche di un paese o di una razza.In Scozia:tre cigni che volano insieme preannunciano un disastro nazionale.Il verde e il rosso non dovrebbero essere portati insieme.Porta sfortuna stare con la schiena rivolta al taglio dell’uscio,o gettare verdura nel fuoco.Portare una zappa in casa significa che presto sara’ scavata una tomba.In Giappone:raccogliere un pettine con i denti rivolti verso il proprio corpo porta sfortuna.Uccidere un ragno di mattina equivale a distruggere un anima umana.La maggioranza dei gatti porta sfortuna


In Cina:E’ da temersi qualsiasi morte avvenuta per incidente o per mano di un assassino,perche’ lo spettro potrebbe cercare vendetta la settima notte.Spazzare fuori di casa allontana la fortuna,specialmente se lo si fa la notte di Capodanno.
In Olanda:quando si tocca il legno,e’ necessario toccarne la parte inferiore non lucidata.La gente con i capelli rossi attira disastri.
In Inghilterra:porta fortuna trovare un quadrifoglio accidentalmente.Un gatto nero che attraversa la strada indica fine dei guai e matrimonio in vista.
In Nigeria:spazzare una casa di sera porta sfortuna,ma una buona ripulitura di prima mattina leva di torno gli spiriti maligni.Se un uomo viene colpito con una scopa,diventa impotente,a meno che non ricambi l’offesa per sette volte con la medesima scopa.

Superstizioni E Credenze Popolari

Superstizioni in cucina.

Alcune massaie credevano che certe pietanze sarebbero riuscite male se venivano mischiate ‘’alla rovescia’’ cioe’ in senso contrario al cammino del sole.Per non offendere le galline rendendole improduttive,nessun guscio veniva mai gettato nel fuoco.Due coltelli incrociati a tavola indicano un imminente litigio.Se il pane non si gonfiava nel forno,era un presagio di disastro,poiche’ si credeva che il diavolo si nascondesse nel pane non lievitato.

Superstizioni E Credenze Popolari

Ecco perche’ si praticava un taglio a forma di croce nella parte superiore,per aiutare il pane a gonfiarsi e anche per mandare fuori il diavolo.

Articolo scritto da kiarettanuvola - Vota questo autore su Facebook:
kiarettanuvola, autore dell'articolo Superstizioni E Credenze Popolari
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione